Influencer grotteschi: quelli ingaggiati per recitare e quelle sexy davanti alla bara del padre

Il mondo degli influencer sta ridisegnando internet. Sta ridisegnando l’e-commerce e sta anche un po’ ridisegnando la realtà.

La parola d’ordine è quella di emozionare, raccontando delle storie. In questo modo si può fidelizzare il pubblico e spingerlo ad essere sempre più vicino alla propria narrazione della realtà. Si può sviluppare empatia, colpire ed ovviamente attrarre l’interesse delle aziende di social media marketing. In effetti è un giro che ormai vale veramente tanti soldi e di conseguenza non stupisce che se ne inventino di tutti i colori. Due casi ultimamente stanno decisamente discutere per il loro porsi fuori dalla norma. Il primo è il caso della influencer Jayne Rivera che si è scattata dei selfie vestita in modo elegante ma anche provocante davanti alla bara aperta del padre.

Casi estremi che inquietano

Il secondo è quello di quelle agenzie di social media marketing che invece di scovare l’influencer giusto decidono di crearlo letteralmente in laboratorio ingaggiando degli attori per vivere delle vite poi raccontate attraverso i profili social creati ad arte. Sono due casi estremi di quello che accade quando finzione e realtà si mischiano. Il social media marketing è quel business che nasce dallo sfruttare il potenziale mediatico degli influencer. Ma fino a che punto è lecito spettacolarizzare la propria vita privata? E d’altra parte fino a che punto è lecito, al contrario, fingere pur di tenere avvinto lo spettatore? Possiamo definirle delle nuove tendenze, ma possiamo anche definirle distorsioni di un mercato che speriamo trovi presto un equilibrio un po’ più sostenibile tra business e senso della misura.

Leggi anche: Instagram vuole essere il nuovo Amazon e gli influencer ne saranno gli alfieri

Da un lato si chiede alle piattaforme social un maggior controllo, ma in realtà sta a tutti noi trovare un limite tra ciò che è ammissibile e ciò che non lo è.

Leggi anche: Gli influencer della camorra fanno proseliti e soldi

E’ un mondo che può facilmente deragliare spinto dalla voglia di apparire.