Legge 104: vediamo cosa cambia ed il cosiddetto “Bonus caregiver”

La legge 104 è un importante presidio a difesa di tutti quei cittadini che siano gravati da problemi fisici o che comunque sperimentino delle limitazioni.

La cosa positiva di questa norma è che è focalizzata non soltanto su chi sta sperimentando questa forma di limite ed emarginazione, ma anche ai cosiddetti caregiver. I caregiver sono i familiari che si prendono cura di chi è in questa situazione di svantaggio. Il governo ha messo in campo una serie di iniziative molto valide a favore dei caregiver. Innanzitutto c’è la possibilità di lavorare Smart Working fino alla fine dello stato di emergenza. Dunque il lavoro in Smart Working diventa un vero e proprio diritto per chi sperimenti questa situazione. Ma si parla con insistenza di un’estensione di questo diritto allo Smart Working. Fonti ben informate parlano anche di un possibile aumento dei giorni di permesso.

Vediamo il cosiddetto Bonus caregiver

A quanto pare i giorni di permesso che attualmente sono in misura di 3 al mese potrebbero addirittura salire a 12 giorni al mese, sempre fino alla fine dello stato di emergenza. Importante poi ricordare quello che molti chiamano bonus caregiver. Si tratta di €1800 sempre riconducibili alla legge 104. Dal gennaio 2022 arriva il bonus caregiver che vale appunto €1800 ed è riservato a chi abbia un ISEE basso. In sostanza viene erogato un importo di €150 mensili a quei genitori che abbiano figli con invalidità oltre il 60%. A percepirlo possono essere le madri single ma anche i genitori monoreddito ed altre categorie. Ma il tema caldo di questo periodo resta l’assegno unico. Per alcune famiglie è un autentico danno e ne parliamo all’articolo linkato sotto.

Leggi anche: Allarme assegno unico: mazzata per risparmi, figli 21-26 anni e immobili

Ma l’assegno unico sta creando anche parecchia confusione. Facciamo chiarezza all’articolo linkato sotto.

Leggi anche: Assegno unico: facciamo chiarezza per coppie non conviventi e non sposate

Il tema della disabilità è un tema delicato e speriamo che queste indiscrezioni trovino conferma.