Legge 104, Cassazione: licenziamento se usi male i giorni di permesso

La legge 104 è un vero baluardo di civiltà perchè riconosce diritti e garanzie a chi sia disabile. 

La legge 104 infatti garantisce non solo il disabile, ma anche chi vi presti assistenza. Quello che oggi si usa chiamare caregiver. Al caregiver in particolare la legge 104 riconosce 3 giorni di permesso al mese. Questa è una misura davvero importante perchè spesso la persona diversamente abile ha bisogno di essere accompagnata presso visite specialistiche o controlli e terapie di vario genere. Ma quando si chiedono i giorni di permesso bisogna stare attenti vediamo perchè. La giornata di permesso deve essere impiegata effettivamente per aiutare la persona che si sta assistendo e non per fare altro. Essere scoperti ad abusare dei giorni di permesso è molto grave, ma vediamo perchè si può incorrere in problemi anche se si è in perfetta buona fede.

Controlli e rischi anche per chi è in buona fede

Anche chi è in buona fede rischia. Vediamo perchè. E cosa cambia. Facciamo un esempio pratico. Si è chiesto un giorno di permesso per accompagnare il disabile assistito ad una visita medica che teoricamente portava via tutta la giornata. Ma la visita è sorprendentemente veloce e così si approfitta della giornata per fare altro che non c’entra niente. Ecco che in questo caso potrebbero sorgere problemi. La Corte di Cassazione con ordinanza n.17102 del 16 giugno 2021, ha dato ragione al datore di lavoro che ha licenziato un dipendente che aveva usufruito dei giorni di permesso, ma aveva fatto tutt’altro. Certo, in questo caso il dipendente era andato al mercato e poi al mare, come era emerso da indagini investigative.

Leggi anche: Ecobonus nel 2022: un gradito ritorno. Giorgetti dice sì

Ma il fatto resta. Se si utilizzano le ore extra della giornata di permesso per fare altro e si viene sorpresi ecco che scatta il licenziamento.

Leggi anche: Legge 104: disabile e caregiver non possono essere trasferiti. E c’è Bonus

Attenzione dunque a come si impiega il permesso della legge 104.