Legge 104: arrivano tanti vantaggi preziosi. Guai a perderli

La legge 104 è una legge assai preziosa ed importante perché riconosce tanti diritti e tante tutele alle persone diversamente abili.

Ma non basta. La legge 104 garantisce anche tutta una galassia di aiuti concreti per il disabile e per il caregiver. Infatti attorno al disabile c’è bisogno di creare una vera e propria rete di aiuto e di protezione. Ma questa rete prevista dalla legge 104 come vedremo è in via di evoluzione e sarebbe davvero un peccato perdere le tante opportunità che questa legge concede. Dunque è sbagliato pensare che la legge 104 si occupi soltanto di offrire sussidi al disabile oppure a chi ha in casa un disabile. È vero, la legge 104 principalmente eroga una cifra per consentire ed aiutare la vita del disabile e di chi lo assiste. Ma come Vedremo non si limita assolutamente solo a questo.

Tanti vantaggi assai utili: peccato perderli

Ad esempio pochi sanno che in virtù della legge 104 si possono acquistare, computer, tablet, smartphone, televisori e tanti altri dispositivi con l’IVA al 4% invece del 22%. Ovviamente il dispositivo da acquistare deve essere connesso con la disabilità dell’utente. Ma gli sgravi fiscali concessi dalla legge 104 in realtà integrano una vastissima serie di acquisti. Non parliamo soltanto di sedie a rotelle o cose di questo genere, ma anche automobili ed apparecchiature di vario genere. Ma parliamo anche strumenti che possano accrescere la cultura e la socialità di chi è affetto da disabilità. Per il caregiver inoltre sono riconosciuti ben tre giorni al mese di permesso dal lavoro. Ma attenzione, però, perchè queste giornate non devono essere usate per far altro, neppure parzialmente.

Leggi anche: Il fisco ha 5 anni per scovare i Bonus casa gonfiati e gli italiani tremano

Infatti ultimamente i controlli sui caregiver che usano le giornate di permesso offerte dalla legge 104 per fare altro, si sono intensificati e si rischia il licenziamento.

Leggi anche: Bonus facciate 90% 2022: dopo il caos Campania arriva il chiarimento

Ma chi è in regola non ha nulla da temere ed ha invece il pieno diritto di richiederli e sfruttarli appieno.