Agevolazioni fiscali disabili: attenzione alla sorpresa, pioggia di soldi con le novità

Le agevolazioni fiscali per le persone affette da disabilità sono un tema importante e delicato. Ma le novità del 2022 sono davvero ottime.

Conferme e novità per quanto riguarda le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità. L’Agenzia delle Entrate comunica le linee guida 2022 ed è importante capire come muoversi. C’è stato l’aggiornamento del 2022 per quanto riguarda le linee guida e i vantaggi sono davvero tanti. Innanzitutto partiamo dall’auto. Detrazione IRPEF del 19% a cui si aggiunge un IVA agevolata al 4% ed esenzione da bollo auto e trascrizione dei passaggi di proprietà. Questo propone il governo per quanto riguarda le auto destinate alle persone con disabilità. Dunque decisamente l’impatto è forte per quei nuclei familiari nei quali vi siano persone diversamente abili. L’auto non è un aspetto secondario quando si parla di disabilità Infatti il mezzo di trasporto è vitale per tutte quelle prestazioni mediche che non si possono fare in casa.

Aiuti su tutti i fronti

Per quanto riguarda i figli a carico abbiamo €1620 per i bimbi sotto ai 3 anni e €1350 di detrazione dai 3 anni in su. Ma se si hanno più di 3 figli a carico affetti da disabilità c’è un ulteriore aumento di €200 per ogni figlio. Dunque anche qui un’intervento di peso. Ovviamente una voce determinante quando si parla di disabilità è quella delle spese mediche. Infatti ogni altro aiuto decisamente è di secondaria importanza rispetto ad un aiuto concreto sulle spese mediche. Infatti esse sono interamente deducibili dal reddito della persona con disabilità. Le spese completamente deducibili sono le spese mediche generiche ma anche l’acquisto di medicinali ma anche la cosiddetta assistenza specifica. In più quest’anno arriva il notevole bonus Al 75% sull’abbattimento di ogni barriera architettonica che possa ostacolare la vita del disabile.

Leggi anche: Barriere architettoniche: il Bonus vola al 110% con cessione e sconto

E ciò vale sia in casa che al livello condominiale.

Leggi anche: Legge 104: nel 2022 possono salire i giorni di permesso, ma anche i controlli

Peraltro il bonus scatta al 110% se i relativi lavori diventano trainati rispetto al superbonus.