Il nucleare torna a fa più paura del Covid: cosa potrebbe accadere in Italia

Dopo il susseguirsi di notizie riguardo i bombardamenti sulle centrali in Ucraina, torna la paura del nucleare in Italia. Ecco cosa potrebbe accadere

(Pixabay)

Hanno fatto il giro del mondo le immagini del razzo caduto nei prezzi della centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhya. Nessuno si aspettava, infatti, che il conflitto arrivasse fino a quel punto, con un elevato rischio di colpire un edificio particolarmente sensibile.

Le immagini hanno quindi fatto saltare sulla sedia migliaia di persone, provocando la paura di una nuova fuga di radiazioni o addirittura una guerra nucleare. Dunque, torna la paura del nucleare in Italia, e in tanti iniziano ad evocare scenari sinistri e per nulla confortanti. Ma cosa potrebbe accadere?

Torna la paura del nucleare in Italia. Ecco cosa potrebbe accadere

Le tensioni in Ucraina continuano ad essere elevate e gli scontri sempre più cruenti. L’invasione russa sta infatti avanzando, causando disastri e morti (anche tra i civili). E se la preoccupazione per le persone che non possono scappare è tanta, a questa si aggiunge anche quella per un possibile disastro nucleare.

L’attacco alla centrale nucleare è stato iconico riguardo quelli che sono i nuovi pericoli dell’uomo moderno. Le immagini hanno risvegliato la paura di chi ha vissuto Chernobyl, ma non solo. Un conflitto in Europa non si vedeva da centinaia di anni, e una superpotenza come la Russia può far sempre paura.

L’Ucraina è a tutti gli effetti un Paese europeo e nessuno si aspettava che potesse essere mai davvero attaccato in quel modo. Una reazione è sicuramente necessaria, e l’Unione Europea ha messo in campo numerose sanzioni economiche per colpire il Paese di Putin. Uno scontro militare, invece, per molti potrebbe portare ad una guerra mondiale, addirittura nucleare.

(Pixabay)

Dopo queste premesse, infatti, in Italia torna la paura del nucleare e tra le persone aleggia il timore di un pericolo imminente. In molti si chiedono se davvero ci sarà un’escalation del conflitto. Ma cosa potrebbe accadere in Italia se dovesse essere bombardata da una bomba atomica?

Una risposta potrebbe arrivare da alcuni simulatori che mostrano cosa potrebbe causare l’impatto di un ordigno nucleare su un punto a scelta. Tra queste applicazioni vi è Nukemap, un progetto gratuito che illustra in modo piuttosto preciso, quali sarebbero le conseguenze di una bomba atomica su una città.

Ma cosa succederebbe in Italia? Grazie all’utilizzo di questa applicazione, abbiamo provato a misurare gli effetti di una bomba atomica sganciata su Milano. Ecco quali sarebbero:

(Nukemap.com)

Ipotizzando l’utilizzo di una bomba a 50Mt (la famosa Tsar russa), gli effetti sarebbero devastanti. Un ordigno del genere, infatti distruggerebbe gran parte della provincia, con un raggio di esplosione in quasi tutta la Lombardia, oltre che in una parte del Piemonte. Le vittime stimate sarebbero più di 2,7 milioni.