Bonus benzina 200€, taglio accise 0,25€ e il trucco illegale del carburante gratis

Inutile negare che la questione del costo dei carburanti sia diventata veramente cruciale per il nostro Paese.

Il rischio per le famiglie è quello di non farcela anche a causa del rialzo fortissimo di luce e gas. Il rischio per le imprese è quello di fermarsi e già tante come ad esempio le cartiere hanno minacciato di farlo.

Ma un rischio molto concreto è quello del blocco merci perché in Italia l’80% delle merci viaggia su gomma e i tir non ce la fanno più a muoversi con questi prezzi.

I vari aiuti

Il governo finalmente ha deciso di intervenire sul costo della benzina e l’ha fatto con misure diverse. La prima è un taglio sulle accise pari a €0,25. Le accise sono delle pesanti tasse che lo Stato impone sui carburanti.

Sono proprio le accise che garantiscono alle casse dello stato un introito veramente forte ogni anno. Lo stato ha deciso di rinunciare alle accise per €0,25 per ogni litro e fino alla fine di aprile. Dunque almeno fino alla fine di aprile la benzina torna al di sotto dell’importante soglia psicologica dei €2 per litro. Ma dopo aprile che cosa succederà? Questo è effettivamente una grande elemento di incertezza e non è escluso che il governo possa anche prorogare questo taglio delle accise se le cose dovessero continuare ad essere così pesanti.

Bonus 200 euro: polemiche

Ma dal governo arriva anche un bonus di €200 che però sta facendo molto discutere. Infatti questo bonus di €200 in se stesso sarebbe una misura ottima e sarebbe veramente una boccata di ossigeno per tanti. Il problema è che si tratta di un bonus a carico delle aziende e che il governo si impegna semplicemente a non tassare. Ma quante saranno le aziende che effettivamente aderiranno e daranno questo bonus ai loro dipendenti? E poi questo bonus secondo alcuni è anche discriminatorio perché va ad aiutare chi un lavoro effettivamente ce l’ha già mentre lascia fuori proprio coloro i quali purtroppo sono senza un lavoro regolare ed oggi sono tantissimi.

Occhio al trucco illegale

Ma sta spopolando in Italia il trucchetto per avere la benzina praticamente gratis. Anzi per la verità si tratta di un trucchetto sul gasolio. Infatti molti italiani stanno mettendo oli alimentari nelle loro auto diesel al posto del normale gasolio. Con questo trucchetto effettivamente i costi si abbattono molto ma ci sono due problemi. Innanzitutto fare questo è illegale perché si froda lo stato proprio delle accise. In secondo luogo gli oli alimentari sono molto viscosi e rischiano seriamente di danneggiare i motori.