ISEE fino a 20 mila euro, c’è un bonus che può salvarti dalle bollette

Sono numerose le famiglie che durante queste settimane incontrano problemi sul tema dei rincari di luce e gas. Ecco cosa ha pensato di fare il governo italiano.

(Pixabay)

La guerra in Ucraina ha senza dubbio provocato delle conseguenze sul piano economico in moltissimi stati dell’Europa. Kiev infatti ha un ruolo centrale nei mercati del Vecchio continente, soprattutto per quanto riguarda l’import di materie prime come il grano. Come ormai evidente, l’Ucraina è il paese leader per ciò che riguarda i mais e i semi. Non è un caso che da quando è scoppiata la guerra con la Russia i prezzi siano saliti a dismisura. E al momento non sembrano intenzionati a calare. Se la crisi dovesse continuare con questo passo, alcune certezze finora conquistate potrebbero crollare. Ma i prezzi non vanno alle stelle esclusivamente per il conflitto bellico. Come molti ricordano, il rischio era stato paventato già prima. Già da diversi mesi infatti c’è stato un allarme del caro-bollette che, di conseguenza, si riflette sui nostri consumi e sulle nostre spese. E’ stato calcolato che le spese sono aumentate per circa il 13/15 per cento. La dimostrazione di quanto appena sostenuto lo si trova nelle misure che il Governo guidato da Mario Draghi aveva iniziato a destinare per fronteggiare il caro spese.

Aiuti alle famiglie, arriva il bonus bollette

(Ansa, Roma, ALESSANDRO DI
MARCO)

Si tratta di una misura che permette uno sconto per le utenze di gas, luce e acqua. E’ riferita principalmente a chi vive in condizioni poco agiate. Il governo ha delimitato il raggio di azione, facendolo però passare da 8,265 euro a 12mila il limite entro cui si può richiedere del bonus bollette. La normativa entra in vigore dal primo aprile e sarà valida fino al 31 dicembre 2022. In numeri, la platea di beneficiari del bonus bollette si amplia racchiudendo altre 5,2 milioni di persone. Lo sconto sulle bollette spetta, inoltre, alle famiglie composti da almeno quattro figli a carico e un Isee fino a 20.000 euro. Valido anche per i possessori del reddito di cittadinanza.

Come si richiede il bonus bollette?

(Pixabay)

Da gennaio 2021 lo sconto viene garantito in bolletta: dunque non c’è nessuna procedura formale da seguire. E’ importante presentare annualmente la Dsu (Dichiarazione Sostitutiva Unica): è il documento che testimonia i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali dei membri della famiglia