Pizza surgelata infetta: il dramma dei genitori della 12enne in coma, 2 bambini morti

Davvero scioccante il bilancio della pizza surgelata contaminata con Escherichia coli.

A produrla è una famosa azienda italiana che ha fatto di tutto per contenere il problema, ma purtroppo i numeri ormai sono impressionanti.

L’azienda è la Buitoni che fa parte del grande gruppo alimentare Nestlè. La famosa pizza surgelata Buitoni ha creato un grave caso di intossicazione da Escherichia coli che ha coinvolto ben 53 giovanissimi.

Il caso ha numeri impressionanti

Il caso ha suscitato un forte scalpore anche soprattutto per la giovane età delle vittime. Le condizioni sono molto diverse tra le varie persone infettate e purtroppo due bambini sono deceduti.

Questo prodotto è molto popolare in Francia dove si sono avuti tutti i casi di contaminazione. In una recente intervista i genitori della dodicenne in coma dopo aver consumato la pizza surgelata hanno espresso tutto il loro dolore e la loro incredulità per l’accaduto. Hanno spiegato come la loro figlia non riesca a comunicare con loro e sia in stato vegetativo. Non c’è stato niente da fare invece per gli altri due bambini che nonostante le cure sono deceduti.

Il rischio per i consumatori

Le indagini sono ovviamente in corso e c’è un’ipotesi di come possano essere accaduti i fatti. Secondo questa ricostruzione tutto sarebbe imputabile alla particolarità di questa pizza surgelata di essere confezionata a pasta cruda. Di solito le pizze surgelate vengono cotte e poi surgelate. Dunque i consumatori non devono fare altro che riscaldarle e mangiarle. Ma questa pizza Buitoni a pasta cruda è considerata di migliore qualità. Il problema però potrebbe essere che se i tempi di cottura non rispettano quelli scritti sulla confezione eventuali batteri presenti possono finire poi nello stomaco di chi la consuma. E’ solo un’ipotesi perché al momento non c’è ancora niente di chiaro.

Le indagini in corso

Questo prodotto popolarissimo in Francia non viene però venduto in Italia e dunque i consumatori italiani non rischiano niente da questo punto di vista. Per quello che emerge dalle ricostruzioni l’azienda è intervenuta prontamente a ritirare il prodotto eppure i casi sono purtroppo numerosi. Le indagini cercheranno di chiarire come sia possibile che il batterio sia finito nella pasta di questa pizza. In questo periodo i consumatori sono veramente in allarme perché i ritiri alimentari si stanno seguendo l’un l’altro ad un ritmo davvero forte. Lo scandalo della pizza Buitoni va di pari passo con quello del cioccolato Kinder e i consumatori chiaramente sono preoccupati.