Salmonella nel cioccolato: subito il ricovero se ci sono questi sintomi

Lo scandalo della salmonella nel cioccolato Kinder sta facendo veramente scalpore.

Sono davvero tanti i contagiati in Europa e i consumatori hanno giustamente paura. I prodotti Kinder sono prodotti estremamente popolari tra i bambini e sono venduti in addirittura 77 paesi del mondo.

Dunque non sorprende che un allarme salmonella su prodotti così diffusi e così popolari tra i più piccoli stia suscitando una notevole apprensione.

Lo scandalo sul cioccolato

Tutto è partito dalla fabbrica Kinder Ferrero in Belgio. E’ proprio da questa fabbrica che sarebbero partiti tutti i prodotti Kinder nei quali poi è stata scoperta la salmonella. Sicuramente una situazione che mette in ansia i consumatori e che ha costretto Kinder a ritiri veramente massicci.

Ferrero infatti sta ritirando i suoi prodotti in grandi quantità proprio per cercare di circoscrivere questo allarme e per cercare di evitare che altri possano risultare contagiati dalla salmonella. Qui da noi in Italia l’attenzione è molto alta anche se fino ad oggi non ci sono stati ancora casi confermati ma soltanto qualcuno sospetto. I consumatori sono ancora più perplessi per le notizie che arrivano anche relativamente ai pollami.

Cosa fare in caso di dubbio

Infatti anche numerosi pollami sarebbero contaminati con la salmonella. Non è il caso di farsi prendere dal panico ma se si è consumato qualche prodotto su cui c’è un allarme salmonella è molto importante prestare attenzione ai sintomi. Se si dovessero avvertire i sintomi tipici di un intossicazione da salmonella Diventa molto importante correre subito ai ripari. Una visita di controllo potrà chiarire in modo inequivocabile se effettivamente si è stati contagiati da salmonella oppure no. Di conseguenza se si hanno questo genere di dubbi è meglio procedere con tutti gli esami del caso per evitare problemi peggiori.

I sintomi della salmonella

I sintomi sono crampi, nausea, diarrea, febbre, vomito: importante farci attenzione. Intanto in Europa il numero dei ricoveri diventa veramente impressionante. Ferrero si sta muovendo con grande dinamismo per ritirare qualsiasi prodotto che possa essere contaminato ma è chiaro che in una situazione del genere per quanto l’azienda possa muoversi celermente il danno a livello di immagine e soprattutto il danno alla salute dei contagiati e purtroppo è levato. Questo scandalo alimentare arriva quasi contemporaneamente a quello della pizza surgelata Buitoni venduta solo in Francia che ha suscitato un notevole allarme.