Ritiro farmaco pressione alta: sospetto rischio cancro, agire in fretta

Un noto ed importante farmaco contro l’ipertensione è stato ritirato dal mercato.

Si tratta di un ritiro importante che coinvolge tutte le farmacie italiane ed i tantissimi pazienti che usavano questo prodotto. Vediamo cosa fare.

Davvero da non sottovalutare il ritiro di un farmaco così diffuso, perchè prodotti del genere non solo mantengono la giusta pressione nel sangue ma prevengono anche infarto ed ictus.

Un ritiro importante

L’azienda produttrice si è mossa con grande scrupolo e velocità nel ritirare il farmaco. Si tratta della Pfizer, azienda notissima che produce questo farmaco ed è anche una delle produttrici dei vaccini contro il covid.

L’azienda ha pensato bene di ritirare il farmaco contro la pressione alta quando si è resa conto che nel prodotto di erano tracce di nitrosammine. Le nitrosammine sono una sostanza piuttosto presente in natura, ma possono essere associate ad un’aumento del rischio di cancro gastrico. Insomma nessun evento avverso è stato riscontrato nell’utilizzo di questo farmaco ma Pfizer per sicurezza ha deciso di ritirarlo dal commercio.

Di quale farmaco si tratta

Il popolarissimo farmaco in questione si chiama Accuretic (R) ed è un farmaco molto popolare ed usato. Ma adesso la questione principale è cosa fare per tutti quelli che lo assumevano. Innanzitutto se si hanno ancora in casa delle dosi di questo farmaco bisogna assolutamente smettere di consumarlo, ma questa sospensione va fatta sotto stretto controllo medico. Vediamo perchè. I farmaci contro l’ipertensione sono molto importanti e delicati e non si può smettere di assumerli in modo estemporaneo e senza una valida alternativa. Infatti si rischierebbero scompensi nocivi per pressione e cuore. Dunque il cardiologo o il medico di base dovranno iniziare la procedura per la sostituzione del farmaco.

Cosa fare subito

E’ vero, ci sono tanti farmaci contro l’ipertensione, ma non tutti funzionano allo stesso modo e non tutti sono utili per tutti. Infatti per sostituire un farmaco come questo bisogna ricorrere a varie prove. Infatti bisogna trovare il farmaco che abbia lo stesso grado di efficacia ma senza presentare particolari effetti collaterali. Ma questa è un’operazione che va fata caso per caso e dunque è importante fare tutte le prove del caso per trovare il principio attivo che nel complesso reagisce meglio all’organismo. Tutto questo va fatto sotto stretto controllo medico per evitare al corpo qualunque scompenso inutile e dannoso.