Farmaco antipertensivo con sospetto rischio cancro: ritiro massiccio in farmacia

Un farmaco cardiocircolatorio è un prodotto molto importante per la salute di chiunque abbia la tendenza alla pressione alta.

Infatti il ritiro di cui vi parliamo riguarda proprio un importante farmaco contro l’ipertensione e per la prevenzione di infarto ed ictus.

ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

Questo farmaco è un prodotto molto diffuso e distribuito da un grande colosso farmaceutico mondiale.

Importante capire farmaco ed motivi che ne hanno imposto il ritiro

Il motivo di questo ritiro è di notevole importanza. Infatti in questo noto farmaco contro l’ipertensione sono state ritrovate delle nitrosammine. Le nitrosammine non sono prodotti rari anzi si tratta di molecole abbastanza diffuse in natura ma sopra ad una certa concentrazione possono essere associate ad un aumento del rischio di alcuni tipi di cancro.

L’azienda farmaceutica in questione e la Pfizer. Pfizer non ha riscontrato eventi avversi durante il consumo del farmaco e parliamo di un farmaco estremamente diffuso. Dunque il ritiro massiccio di questo farmaco non è dovuto a qualche caso negativo che sia emerso durante l’utilizzo.

La molecola trovata nel farmaco

Ad ogni modo nottata la presenza di nitrosammine l’azienda ha pensato bene di ritirare questo farmaco. Il farmaco oggetto del ritiro è il diffuso Accuretic (R). Il ritiro di questo farmaco sta facendo molto discutere ma è molto importante In questi casi non fermarsi all’informazione che si legge su un sito ma approfondire col proprio medico di base. Infatti se è vero che questo farmaco è stato ritirato e che adesso va sostituito con un altro è assolutamente importante che la sostituzione così come qualsiasi altra decisione venga presa sotto la stretta supervisione del cardiologo oppure del medico di base. Infatti soltanto il cardiologo o il medico di base potranno prendere tutte le decisioni del caso. La decisione più importante adesso riguarda sicuramente la sostituzione di Accuretic con un altro farmaco.

Consultare il medico è fondamentale

Come sappiamo infatti non è assolutamente possibile sostituire un farmaco contro l’ipertensione con un altro farmaco contro l’ipertensione in modo autonomo ma la sostituzione l’ha fatta sotto la supervisione del medico. Infatti ogni organismo reagisce a queste sostituzioni in modo diverso e potrebbero sorgere effetti collaterali anche di un certo peso. Dunque molto importante per chiunque utilizzasse questo popolare farmaco confrontarsi con il medico per fare tutte le valutazioni del caso e per sostituire il farmaco nel modo più appropriato. Spesso infatti si dovranno fare più prove fino a trovare la molecola del principio attivo effettivamente valido.