Salmonella nel cibo: attenzione, dal cioccolato l’allarme si allarga persino ai wurstel

L’allarme salmonella nel cibo sta mettendo in seria agitazione i consumatori Italiani.

Fino ad oggi si era parlato di ritiri soltanto il riferimento al cioccolato ed in particolare al cioccolato Kinder e Ferrero.

Pixabay

Ma poi sono arrivati anche altri ritiri sempre relativamente alla salmonella e al cioccolato e adesso il Ministero della Salute annuncia un ritiro clamoroso addirittura riguardante i wurstel.

Ora sono coinvolti anche i prodotti di una marca notissima

I wurstel sono consumatissimi in Italia e la marca coinvolta e una di quelle più note ed importanti. La salmonella può essere molto pericolosa per l’uomo, di conseguenza se si è consumato qualsiasi alimento che oggi è sospettato di essere contaminato con salmonella è molto importante confrontarsi immediatamente con il medico.

Pixabay

Infatti sarà il medico a stabilire quali esami diagnostici fare e quali cure sono più urgenti per evitare danni all’organismo. Come si è detto il ritiro questa volta riguarda una marca di wurstel veramente notissima. Il ritiro in particolare coinvolge un lotto di wurstel commercializzati da Fiorucci. Dunque si tratta di una delle marche più popolari per questo tipo di prodotto, però si tratta anche di un solo lotto. Il richiamo coinvolge i wurstel Fiorucci con pollo e tacchino.

Cosa fare se li si è consumati

Questi prodotti sono contraddistinti dal marchio commerciale “Pollì”. Per essere più precisi il lotto coinvolto riguarda wurstel Pollì nelle confezioni da 3 pezzi per complessivi 100 g. Il Ministero per la salute ha pubblicato il ritiro alimentare precisamente il 10 maggio. Oggetto del richiamo alimentare quindi è questo prodotto commercializzato da Cesare Fiorucci spa. Stando al comunicato del Ministero per la salute, il richiamo riguarda il lotto numero 226004800. In particolare il richiamo riguarda i prodotti con scadenza al 27 giugno 2022. Il ritiro è stato motivato proprio per il rischio salmonella.

Consultare il medico

Dunque parlando di salmonella si tratta di un ritiro evidentemente importante e non va assolutamente preso sotto gamba. Bisogna però anche sottolineare che è un ritiro assolutamente a scopo precauzionale. Chi dovesse avere consumato queste confezioni deve assolutamente rivolgersi immediatamente al medico. Invece chi dovesse averle in casa ma senza averle consumate, deve riportarle al centro commerciale dove le ha acquistate. Così si potrà avere il risarcimento ed il centro commerciale provvederà a tutte le pratiche relative a richiamo alimentare. Sorprende come la salmonella nelle ultime settimane stia causando così tanti richiami.