Pensione senza contributi, come salvarti con il cumulo gratuito

Ecco tutto quello che bisogna sapere riguardo il tema delle pensioni con il cumulo gratuito: come funziona e chi può accedervi

Quello delle pensioni è uno dei temi più caldi per quanto riguarda il futuro dell’attuale esecutivo guidato da Mario Draghi. Ad oggi, infatti, non vi è ancora alcuna traccia di quella che sarà la nuova riforma delle pensioni e c’è chi scommette sul ritorno alla vecchia riforma Fornero.

(Ansa/Franco Silvi)

A questo proposito, in molti si chiedono cos’è e come funziona il cumulo gratuito dei contributi in funzioni dell’ottenimento della pensione. Si tratta di una misura molto utile che può essere d’aiuto a parecchi lavoratori. Ecco quindi come funziona e chi può accedervi.

Cumulo gratuito pensione, come funziona

Il cumulo gratuito è una misura che permette di accumulare, appunto, quella contribuzione versata in molteplici gestioni pensionistiche, rispetto alla gestione che dovrà occuparsi della liquidazione dell’assegno pensionistico spettante al lavoratore.

Con questa misura, il lavoratore potrà valorizzare la sua contribuzione versata durante tutta la sua carriera lavorativa, anche se ha goduto di un sistema misto. Si tratta di un’opzione priva di costi e senza alcun obbligo di accettazione del calcolo completamente contributivo risultante dal calcolo.

Possono accedere alla misura del cumulo gratuito per la pensione lavoratori dipendenti, autonomi, lavoratori iscritti alla Gestione Separata o ad altre forme sostitutive. Potranno quindi accedervi una molteplicità di lavoratori che accedono ad enti previdenziali diversi tra loro.

(Ansa/Claudio Peri)

La condizione che rende possibile e accessibile il cumulo gratuito è quella secondo cui il richiedente non abbia già un trattamento pensionistico erogato dalle gestioni coinvolte nell’operazione. Si tratta di un’opzione che rende il cumulo molto simile alla totalizzazione e ricongiunzione onerosa.

Chi vuole fare richiesta per accedere all’opzione del cumulo deve presentare domanda al Fondo previdenziale, nel quale è stato versato l’ultimo periodo di contribuzione. Nel caso in cui, un lavoratore a fine carriera, è iscritto a molteplici gestioni, avrà la possibilità di scegliere a quale delle gestioni a cui è iscritto presentare richiesta di cumulo.

Si tratta di un’opzione a cui potranno accedere anche i lavoratori statali. Tuttavia, secondo quanto riportato dalla Legge di Bilancio, i dipendenti pubblici che vogliono accedere a questa misura dovranno accettare una dilazione dei termini per quanto riguarda la fruizione del TFS.