Ultimi mesi per il Reddito di Cittadinanza, così lo chiudono per sempre

Continua l’intenzione concreta da parte di Matteo Renzi di fare in modo che il Reddito di Cittadinanza venga abolito. Ecco come vorrebbe farlo

Il Reddito di Cittadinanza è una misura a sostegno dei cittadini più poveri fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle. Si tratta di un’indennità prevista per alcuni nuclei familiari che consiste formalmente nell’erogazione di un contributo economico mensile calcolato in base al valore Isee di chi ne fa richiesta.

Il sussidio, che ha effettivamente aiutato milioni di famiglie, ha attirato le proteste di moltissimi italiani (oltre a numerose fazioni politiche) a causa di un fattuale fenomeno di truffa attorno al bonus. Dunque, continua l’intenzione da parte di Matteo Renzi di fare in modo che il Reddito di Cittadinanza venga abolito. Ecco come vorrebbe farlo.

Reddito di cittadinanza, ecco come Renzi vorrebbe abolirlo

Il Reddito di Cittadinanza è un provvedimento che ha lo scopo di sostenere quei cittadini in Italia che presentano numerose difficoltà economiche. A seconda dei requisiti soddisfatti da chi ne fa richiesta (un Isee inferiore a 9.360 euro) è prevista l’erogazione di un sussidio economico mensile, il quale verrà caricato su un’apposita carta.

Con il provvedimento che ha istituito l’erogazione del sussidio economico è stata prevista anche l’istituzione della figura del navigator. Questa, infatti, avrà il ruolo di ottimizzare il processo di ricerca e ottenimento di un nuovo lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza, i quali, nel caso dovessero rifiutare due offerte di lavoro congrue perderebbero il diritto al sussidio.

Nonostante la misura sia stata effettivamente molto utile per dare un sostentamento economico concreto a quelle famiglie più in difficoltà economiche, ha attirato molte critiche da parte di cittadini, imprese e fazioni politiche. Questo perché, se da un lato il Reddito di Cittadinanza viene erogato nei confronti di molte famiglie bisognose, è dimostrato il grande numero di truffe nei confronti dello Stato da parte di percettori che non soddisfano per nulla i requisiti. Un fenomeno che porta ad un evidente spreco di denaro pubblico.

In questo scenario, il senatore e leader del partito Italia Viva, Matteo Renzi, è deciso a voler abolire il Reddito di Cittadinanza attraverso un referendum. “Martedì mattina – ha annunciato Renzi durante l’assemblea di Italia Viva – saremo a depositare in Cassazione il quesito referendario per abolire il Reddito di Cittadinanza”.