Adesso l’ASL eroga questi servizi gratis anche senza invalidità o legge 104: dono prezioso

Come sappiamo la legge 104 aiuta in tanti modi chi vive la condizione della disabilità.

Non solo la disabilità è limitante da tanti punti di vista, ma è anche costosa perché le medicine e le visite specialistiche sono molto onerose.

ANSA

Sicuramente la legge 104 aiuta in tanti modi chi viva la disabilità, ma questo non significa che la vita per il disabile sia semplice. Per il disabile c’è bisogno di ausili di tutti i tipi e questi costano e spesso anche il famoso assegno di invalidità non riesce a coprirli.

Aiuti per chi è coperto dalla Legge 104 e per tutti gli altri

Vediamo quali aiuti veramente preziosi possono essere erogati in tal senso.

Pixabay

Una badante pagata a beneficio di chi abbia la legge 104 può essere detratta al 19% entro il tetto massimo di 2.100. Dunque per la badante che aiuti chi è coperto dalla legge 104 si potrà avere una detrazione di 399€. Ma anche per acquistare un’auto o per altri tipi di acquisti ci sono tanti tipi di aiuti. Eppure l’ASL eroga gratuitamente dei servizi anche a chi non abbia l’invalidità o la legge 104. Molti sono convinti che l’ASL possa erogare i servizi gratuitamente soltanto a chi sia coperto dalla legge 104, ma in realtà questo non è vero. Infatti i servizi erogati gratuitamente dall’ASL anche a chi non sia disabile sono sicuramente un grande aiuto per tante famiglie e spesso in questo periodo si rivelano preziosi.

Aiuti gratuiti anche per chi non ha la 104

Per esempio i pannoloni, i cateteri ed altri dispositivi medici di questo genere rientrano nella cosiddetta assistenza integrativa e quindi questo vuol dire che basta la prescrizione medica. Quindi per dispositivi medici come ad esempio i cateteri non serve la legge 104 e non serve neppure l’invalidità ma basta una banalissima prescrizione del medico specialista. Sarà proprio l’ASL a fornire gratuitamente questi strumenti.

Come richiederli

Per avere questi dispositivi medici gratis servirà innanzitutto rivolgersi al medico di base. Infatti il medico di base spiegherà quale deve essere la documentazione da fornire all’ASL. Poi occorrerà la certificazione del medico specialista che certifica proprio che il soggetto ha bisogno di questi dispositivi. Quindi non serve la copertura della legge 104 e non serve neppure necessariamente l’invalidità, tuttavia si tratta di normative che sono appannaggio delle regioni e che quindi possono cambiare da regione a regione.