Bonus diabete: tanti soldi subito per chi ha questa patologia, cifre, specifiche e domanda

In Italia il diabete è una malattia purtroppo davvero molto diffusa. Si stima che addirittura 3,5 milioni di Italiani soffrano di diabete.

Ma la cosa più clamorosa è che addirittura tanti Italiani ne soffrono senza neppure rendersene conto. Si tratta di una malattia quindi che ha un forte impatto sociale e che può pregiudicare in modo più o meno grave la vita di chi ne è colpito.

ANSA

Quindi l’INPS mette in campo tutta una serie di aiuti che possono servire ad aiutare i diabetici ed è molto importante conoscerli perché in molti casi i diabetici neppure li richiedono pur avendone diritto.

Gli aiuti per il diabete

Vediamo che cosa è previsto per chi soffre di diabete. Innanzitutto fin dal 2019 c’è l’indennità di accompagnamento che vale addirittura 517,84.

Pixabay

Ma anche per la famiglia ci sono i permessi retribuiti da tre giorni al mese. Bisogna precisare che gli aiuti per i diabetici possono essere davvero consistenti. Quindi chi ha questo genere di aiuti ha una cifra in denaro e anche l’iscrizione nelle categorie protette ma questo succede solo se l’invalidità supera il 46%. C’è anche diritto alla pensione di invalidità e c’è anche diritto alla pensione per inabilità ma limitatamente ai dipendenti pubblici. Quando si ha la patologia del diabete si ha addirittura diritto alla pensione anticipata.

Assegno mensile ed aiuti di tanti tipi

Infatti il diabete consente di andare in pensione a 55 anni e 7 mesi per le donne e a 60 anni e 7 mesi per gli uomini. Tuttavia per avere la pensione anticipata l’invalidità deve essere almeno del 80%. Altri aiuti per i diabetici sono due mesi extra di contributi figurativi per ogni singolo anno ma in questo caso l’invalidità deve essere pari ad almeno il 74%. Se l’invalidità è pari almeno al 74%, si hanno 286,81 euro mensili. Se invece l’invalidità arriva a determinare un’impossibilità a svolgere le normali attività della vita quotidiana scatta anche l’accompagnamento. In questo caso tra un aiuto e l’altro si arriva a superare anche gli 800 euro al mese.

Come chiedere gli aiuti INPS

È importante precisare che l’invalidità sarà tra il 41 e il 50% per il diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2. Invece se ci sono complicanze come nefropatia o maculopatia l’invalidità può essere addirittura quantificata tra il 91 e il 100%. Tutti questi aiuti vanno richiesti all’INPS che però ovviamente prima di erogarli farà valutare il paziente dalla propria commissione medica.