Gara per i 200 euro: ora si aggiudica il bonus chi è più veloce

I professionisti dovranno presentare la domanda per il bonus 200 euro a settembre il meccanismo del “click day”.

Non tutti gli aventi diritto hanno ricevuto il bonus 200 euro. nella maggior parte dei casi, il contributo è stato erogato a luglio, ma ad alcuni cittadini sarà accreditato soltanto tra qualche mese.

Pixabay

Ai professionisti, ad esempio, il bonus 200 euro sarà pagato solamene ad ottobre, ma gli stessi devono prima farne richiesta, con tanto di click day a settembre. In molti già si chiedono se le risorse stanziate siano sufficienti per coprire tutte le domande. Vediamo meglio cosa sta succedendo.

Bonus 200 euro autonomi, occhio al limite

L’articolo 33 del decreto aiuti prevede l’istituzione di un fondo per l’indennità una tantum per i lavoratori autonomi e i professionisti, con una dotazione finanziaria di 500 milioni di euro per l’anno 2022, che costituisce il relativo limite di spesa. Tale dotazione è destinata a finanziare il bonus 200 euro per i: lavoratori autonomi; professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS); altri professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza. Il decreto Aiuti bis ha poi rifinanziato tale misura con ulteriori 100 milioni di euro. In totale, il fondo messo a disposizione è pari a 600 milioni di euro. Attenzione però, di questi 600 mila, soltanto 95,6 milioni sono destinati ai professionisti ordinistici. Ovviamente, anche in questo caso, il bonus 200 euro spetta soltanto se il reddito de professionista è inferiore a 35 mila euro. Ad ogni modo, a settembre ci sarà il tanto atteso click day. Il contributo non potrà essere erogato se le domande saranno superiori alle risorse stanziate (95,6 milioni appunto).

I professionisti dovranno fare click day

Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Andrea Orlando, ha da poco firmato il decreto con le istruzioni per l’accesso al contributo da parte dei professionisti. Come si temeva, quest’ultimi dovranno presentare la relativa istanza a settembre, con l’ormai consueto meccanismo del click day. Il decreto non fissa la data esatta. La stessa sarà comunicata dall’INPS e dalle Casse private in un secondo momento. Ricordiamo che le risorse per il bonus 200 euro a favore dei professionisti sono limitate e che quindi qualcuno potrebbe rimanere escluso dall’erogazione del contributo. Di questi 600 milioni di euro, soltanto 95,6 milioni sono destinati ai professionisti ordinistici. Tuttavia, secondo i tecnici del ministero tali risorse dovrebbero essere sufficienti per coprire tutte le domande. Vi terremo informati sugli sviluppi di questa vicenda.