Inflazione senza freni: perché il latte costerà più della benzina

Continua la difficile situazione economica in Italia e in Europa. Con un’inflazione senza freni, ecco perché il latte costerà più della benzina

Il 2021 non sarà di certo ricordato come un anno particolarmente difficile per i cittadini italiani, e non solo. I rincari, infatti, hanno scandito il ritmo dei mesi dell’anno, caratterizzato quello che è uno dei più gravi caro vita degli ultimi anni. L’aumento del prezzo di carburanti, materie prime ed energia, unito alle difficoltà per la pandemia e all’imminente inizio della scuola, costituiscono un mix perfetto per una crisi economica.

(Ansa/ foto archivio)

Si tratta di uno dei periodi più difficili degli ultimi anni e c’è chi già lo paragona con i mesi più difficili della pandemia. Quando aumentano i prezzi dei prodotti e il potere d’acquisto diminuisce, c’è una sola parola da utilizzare: inflazione. Mentre continua la difficile situazione economica, infatti, ecco perché il latte costerà più della benzina.

Ecco perché con questa inflazione il latte costerà più della benzina

Nonostante le misure intraprese del governo, i prezzi delle materie prime e dei prodotti continuano a crescere. Per quanto riguarda il settore alimentare, infatti, il prezzo dell’olio di semi è aumentato del 63%, a causa del blocco alle esportazioni ucraine, mentre burro e uova aumentano rispettivamente del 34 e del 15%.

Si tratta di dati forniti da Coldiretti, secondo cui vi sono dei prodotti che hanno registrato un aumento vertiginoso a causa della forte inflazione che si è abbattuta sul Paese. Rispetto all’anno scorso, infatti, i beni alimentari hanno visto un aumento del loro prezzo di circa il 10,2%.

Ansa/Matteo Corner

A registrare il maggior rincaro prezzi è la margarina, che ha visto una crescita del 24%. A seguire la farina, con un +32%. Ma non solo: aumenti importanti sono stati fatti registrare anche da riso (+22%), pasta (+22%), oltre al latte conservato (+19%), carne di pollo (+16%) e uova (+15%). Ecco, perché, a breve il latte costerà più della benzina. Questa, infatti, è ha per ora un prezzo intorno ad 1,80€ al litro, mentre il latte supererà presto quota 2€.

Importanti aumenti di prezzi, anche a causa della situazione carburanti, sono stati registrati per quanto riguarda i voli. Secondo Assoutenti, i biglietti aerei per voli internazionali hanno visto un aumento del 128,1% del loro prezzo, mentre quelli nazionali dell’8,1%.