Bollette, il disastro è dietro l’angolo, rate saltate e prestiti (obbligatori) cosa rischiano gli italiani

Il tema delle bollette scalda molto le famiglie italiane, ormai colpite dalle continue stangata sugli aumenti. E sembrano poche le soluzioni.

Il caro energia mette in difficoltà e molte famiglie italiane. Per colpa dell’aumento dei prezzi, accelerato dalla fine di febbraio dallo scoppio della guerra in Ucraina, 4,7 milioni di italiani hanno omesso il pagamento di una o più bollette luce e gas negli ultimi 9 mesi.

Bollette pazze/ foto Pixabay

Un numero, già piuttosto preoccupante e significativo, diretto a far crescere i prezzi continueranno a crescere. Il numero emerge dall’indagine commissionata da Facile.it agli istituti mUp Research e Norstat, per cui ci sono infatti 3,3 milioni di italiani che hanno dichiarato che, in caso di ulteriori rincari, potrebbero trovarsi nell’impossibilità di far fronte alle prossime bollette energetiche.

A parlare sono i numeri

Bollette sempre più alte/foto Pixabay

La fotografia di ciò che viene fuori si percepisce anche da un altro dato: quasi 2 morosi su 3 (62%) hanno ammetto che è stata la prima volta che hanno saltato il pagamento delle bollette. Osservando i numeri più da vicino si verifica che, se a livello nazionale la percentuale di chi ha ammesso di non aver pagato una o più bollette negli ultimi 9 mesi è pari al 10,7%, la situazione è più diffuso nelle regioni del Centro Italia (11,5%) e al Sud e nelle Isole (11,2%). E in vista dei prossimi aumenti, le zone più a rischio sono quelle del sud (9,4% a fronte di una media nazionale pari al 7,7% ). In realtà il problema della morosità è molto più ampio e riguarda anche le spese condominiali.

Come sono aumentati i costi e cosa ci aspetta

Come venuto fuori dall’indagine, a causa dell’aumento dei prezzi, da gennaio oltre 2,6 milioni di italiani hanno saltato una o più rate del condominio. Anche in questo caso le aree più in sofferenza sono quelle del Centro Italia (7,7% a fronte di una media nazionale pari al 6%) e i grandi centri abitati, con percentuali superiori al 10% tra i residenti nei comuni con oltre 100mila abitanti. Intanto, ritornando al caro energia, fioriscono nuovi calcoli piuttosto impietosi. La mazzata sulle bollette di luce e gas degli italiani potrebbe infatti raggiungere, nel 2023, la maxi-cifra di 4.724 euro a famiglia, con un incremento di spesa di quasi 2.500 euro a nucleo rispetto le tariffe in vigore a fine 2021. Lo afferma il Codacons, che ha evidenziato uno studio sulle prossime ripercussioni del caro-energia sulle tasche degli italiani. L’ultimo prezzo su delle tariffe elettriche disposto da Arera (+59%) fa galleggiare la bolletta media della luce a raggiungere quota 1.782 euro su base annua a famiglia, con una crescita del +122% rispetto all’ultimo trimestre del 2021 e un aggravio di spesa pari a +662 euro a nucleo.