Aumento pensioni ogni 3 mesi dal 2023, innovativo e ricco dall’INPS, come funziona

Novità importanti sul fronte previdenziale: previsto un aumento delle pensioni ogni 3 mesi dal 2023. Ecco come funziona

Il governo Meloni è alle prese con la complessa manovra di Bilancio e con le rispettive normative da stabilire entro la fine dell’anno. All’interno di questo importante documento potrebbero essere previste delle misure particolarmente importanti per i cittadini italiani, soprattutto in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo in questo periodo.

Aumento pensioni ogni 3 mesi dal 2023, innovativo e ricco dall'INPS, come funziona
(Ecco l’aumento delle pensioni ogni 3 mesi) Ilovetrading

Modifiche e novità particolarmente interessanti potrebbero arrivare sul fronte previdenziale, dove l’esecutivo guidato da Giorgia Meloni vorrebbe concentrare parecchie risorse statali. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, il governo vorrebbe introdurre un aumento delle pensioni ogni 3 mesi dal 2023. Ecco come funziona e quali saranno le modifiche più importanti per quanto riguarda il tanto atteso assegno Inps.

Governo Meloni: aumento pensioni ogni 3 mesi

Il governo Meloni pare essere particolarmente intenzionato ad introdurre interessanti novità sul fronte pensioni. L’ultima proposta fatta da parte del governo, infatti, è quella di un aumento delle pensioni ogni 3 mesi già a partire dal 2023. È questo l’obiettivo dell’attuale esecutivo, che vorrebbe quindi aumentare le occasioni di rivalutazione delle pensioni in riferimento all’indice inflazionistico. Negli ultimi mesi, infatti, l’inflazione è cresciuta in maniera veloce, tanto da rendere troppo lenti gli effetti della rivalutazione degli assegni.

Dal mese di gennaio 2023, dunque, potrebbe entrare in vigore questa importante innovazione per quanto riguarda l’erogazione degli assegni Inps per i pensionati. Ad oggi si tratta solo di una proposta, ma che potrebbe diventare realtà molto presto. Secondo la bozza, infatti, ogni tre mesi l’Inps dovrebbe rivalutare gli assegni pensionistici in base a quello che è l’andamento dei prezzi al consumo. Un meccanismo che permetterebbe di rispondere in maniera più immediata ed efficace all’aumento dei prezzi, rendendo felici molti pensionati in difficoltà.

Aumento pensioni ogni 3 mesi dal 2023, innovativo e ricco dall'INPS, come funziona
(Ecco l’aumento delle pensioni ogni 3 mesi) Ilovetrading

Quello dell’aumento delle pensioni ogni 3 mesi non è una vera e propria esclusiva del governo Meloni. Fino al 1992 in Italia, infatti, era previsto quello che veniva chiamato il meccanismo della “scala mobile”, il quale permetteva di rivalutare le pensioni in base all’andamento dei prezzi. Ma dal 2023 si potrebbe tornare ad ottenere un aumento delle pensioni ogni 3 mesi in base a quello che è l’inflazione.

Ecco chi riceverà l’aumento delle pensioni ogni 3 mesi

Secondo quanto riferito da Claudio Borghi, consulente economico e capogruppo della Lega in commissione Bilancio al Senato, il meccanismo dell’aumento delle pensioni ogni 3 mesi sarebbe solo per i pensionati con assegni più bassi. La proposta indicherebbe che i beneficiari della rivalutazione trimestrale saranno chi ha un assegno non superiore a 4 volte il trattamento minimo (2.100€).

Dunque, il calcolo degli importi in riferimento all’andamento dell’inflazione potrebbe avvenire ogni tre mesi. Ovviamente, l’entità dell’aumento dell’assegno dipenderà in maniera diretta da quella che sarà la crescita dell’inflazione (se questa ci sarà davvero ovviamente). Ipotizzando un aumento dell’inflazione del 2% nel primo trimestre, del 2,5% nel secondo e del 3% nel terzo, gli importi aggiornati dalla rivalutazione potrebbero essere aumentati rispettivamente di 20 euro nel primo trimestre, di 25€ nel secondo e di 30€ nel terzo.