Assicurazione sulla casa: quelle migliori e gli errori da evitare, guida pratica

Andare a cercare un’assicurazione sulla casa non è esattamente una cosa semplice. Specialmente per chi non ne ha mai fatta una, barcamenarsi tra le centinaia di clausole di un contratto e capire quali servizi siano effettivamente utili e quali no è molto difficile. Con questa guida vogliamo porre l’attenzione su quali aspetti di un’assicurazione sulla casa guardare quando si vuole scegliere quella giusta per se.

incendio in una casa
scegliere la migliore assicurazione sulla casa
ilovetrading.it

La prima cosa da domandarsi quando si comincia a cercare un’assicurazione sulla casa è: perché stipularne una? Un’assicurazione sulla casa è sicuramente una garanzia in più nel caso di incidenti gravi che possano colpire la propria abitazione. Incidenti come incendi, frane, terremoti o altri eventi che possano arrecare danni ingenti alla propria abitazione fino a renderle inabitabile possono accadere a tutti. Se si è preoccupati per un’eventualità del genere, ad esempio se si abita in una zona a rischio sismico, è bene poter contare su una assicurazione che garantisca un sostanziale rimborso.

Tuttavia le problematiche sono tante quando si sceglie una buona assicurazione sulla casa. Il rischio di pagare un’assicurazione più di quanto costerebbe riparare i danni che copre è alto. Per questo motivo ci sono alcuni particolari del contratto a cui prestare attenzione. Innanzi tutto è bene conoscere perfettamente quali danni copre l’assicurazione proposta. Per farlo è bene avere in mente 3 parametri: massimale, franchigia e premio assicurativo.

Trovare la perfetta assicurazione per la casa, ecco cosa controllare

Il massimale è la cifra massima che la compagnia assicurativa è disposta a pagare in caso di un danno all’immobile. Si tratta quindi della copertura massima contro uno specifico danno che avviene. Dall’altra parte abbiamo la franchigia, ovvero la cifra minima che la compagnia assicurativa è disposta a pagare per lo stesso danno. Infine, così come succedere con le assicurazioni auto, c’è il premio assicurativo, ossia il canone mensile da pagare per mantenere attiva l’assicurazione.

In questo caso il costo del premio sale per quanto alte sono le probabilità di un danno all’immobile assicurato. Altri parametri che possono far salire il premio sono servizi ulteriori richiesti dall’assicurato e la categoria e il valore dell’immobile assicurato dal cliente. Considerati questi parametri, la migliore offerta è quella che permette maggiormente di risparmiare su questi tre aspetti una volta che si è piegato il costo di tutti e tre alla propria situazione e necessità.

agente assicurativo
scegliere la migliore assicurazione sulla casa
ilovetrading.it

Per fare alcuni esempi, una persona maggiormente preoccupata per il rischio sismico richiederà più tutele in quella direzione rispetto ad una più preoccupata per i furti. In entrambi i casi diverse compagnie assicurative potrebbero fornire vantaggi maggiori su un aspetto piuttosto che su un altro.

Servizi importanti e servizi inutili

Come chiunque che sia nella posizione di voler vendere qualcosa, anche le compagnie assicurative cercheranno di vendere al proprio cliente servizi in più per poter guadagnare. Saper distinguere tra i servizi importanti, a volte essenziali, e quelli che vanno ad esclusivo beneficio della compagnia è vitale. Uno dei servizi più importanti è quello del RC verso terzi (RC sta per Responsabilità Civile) ed eventi atmosferici, oltre alla comune soluzione di furto e incendio.

Trovare questi tre servizi attivi ad un costo contenuto è possibile soltanto se l’immobile che si vuole assicurare si trova in una zona considerata “pacifica”, quindi con minori probabilità di incorrere in danni.