I soldi sono pieni di microbi: cosa rischiamo ogni giorno a maneggiarli

La superficie delle banconote è piena di microbi: quali sono i rischi quotidiani che si corrono maneggiando i soldi?

In questi ultimi anni, a causa della pandemia, siamo stati abituati a sanificare ogni tipo di superficie e utilizzare gel antibatterici in ogni minuto. I gel contenenti alcol disinfettanti, durante la pandemia erano davvero introvabili tanto che le persone iniziarono a preparare delle misture stesso in casa. La pandemia ha cambiato il nostro modo di approcciare a tutto ciò che è intorno a noi. Se prima si prendeva in maniera leggera ciò che era intorno a noi, dalla pandemia in poi si è generata una vera psicosi.

quati microbi e batteri sono presenti sui soldi
Quanti microbi sono presenti sui soldi? – ilovetrading.it

Come dar torto, tra l’altro, alle persone, dopo quanto accaduto? Ogni cosa, ogni superfice che venisse toccata, era seguita (e seguita tutt’ora) da una sanificazione delle mani con salviette imbevute oppure con gel disinfettanti. Ma ciò che è davvero ricoperto di germi, tra le cose più scambiate tra la gente, sono i soldi. Le banconote, infatti, sono un vero e proprio ricettacolo di microbi e batteri. Quali sono i rischi che si corrono maneggiando banconote ogni giorno?

I rischi dei soldi: sono pieni di microbi

Il giorno 5 maggio 2023, dopo 3 anni molto bui, l’Organizzazione Mondiale Della Sanità ha ufficialmente sancito la chiusura della pandemia, dichiarando chiusa l’emergenza sanitaria. Dall’11 marzo del 2020, data storica in cui fu dichiarata la pandemia da covid-19, oggi è stata ufficialmente chiusa. Una data tanto attesa, nonostante il virus continui comunque a circolare ma con un controllo completamente diverso, un tracciamento continuo così come le misure per affrontarle.

quanti batteri ci sono sui soldi
Le banconote sono piene di microbi e germi – ilovetrading.it

Ovviamente, un gran lavoro è stato fatto dai vaccini che hanno contribuito alla minore diffusione del virus. Ma in casa abbiamo sempre qualcosa che possa contenere dei microbi e batteri, molto più di quanto noi possiamo immaginare. Si tratta dei soldi. Infatti, monete e soprattutto banconote sono tra gli oggetti più ricolmi di microbi che abbiamo in circolazione, e possono costituire anche un pericolo per la nostra salute. Scopriamo cosa è stato rinvenuto da alcuni studi.

Ecco cosa contengono

Alcuni scienziati hanno condotto delle analisi su banconote e monete a campione, in circolazione alla Grande Mela, New York. Ciò che è venuto fuori ha dell’incredibile. Su di esse, infatti, sono state rinvenute un gran numero di microbi, batteri e muffe. Su un dollaro newyorkese, la New York University ha individuato dalle tracce di antrace, stafilococchi patogeni, batteri riconducibili alla polmonite, a gastriti fino anche ad intossicazioni alimentari.

Basti immaginare quanto un semplice dollaro, una delle monete più diffuse in assoluto, possa circolare in maniera così intensa da palmo a palmo ed essere un vero e proprio veicolo di contaminazione. Nella psicosi del disinfettarsi continuamente, forse proprio quando si tocca carta moneta è bene lavarsi subito le mani, e tenerle lontani da vie respiratorie. Una scoperta che, a dire il vero, annidava già nei dubbi di grandissime fette di popolazione globali, che ne ha avuto la sua conferma.

Impostazioni privacy