Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Eredità, cosa succede se un genitore si risposa? Cosa dice la legge sui beni acquistati prima del matrimonio

Foto dell'autore

Paolo Pontremolesi

La situazione ereditaria di una famiglia può cambiare nel momento in cui in genitore decide di sposarsi di nuovo.

La vita coniugale delle persone può essere un vero labirinto. Le storie d’amore possono seguire percorsi tortuosi, con matrimoni felici, separazioni, divorzi e nuovi inizi. È abbastanza comune, per esempio, che dopo un divorzio, uno dei genitori si risposi, creando nuovi legami familiari. Questo può portare a dubbi e preoccupazioni riguardo all’eredità.

cosa succede all'eredità in caso di un genitore risposato
La legge stabilisce molto chiaramente i diritti sull’eredità dei figli e dei coniugi di una persona – ilovetrading.it

Innanzitutto, è importante sottolineare che la questione ereditaria nei confronti del coniuge divorziato non viene influenzata dal fatto che l’altro si risposi. Dopo il divorzio, i due ex coniugi sono considerati estranei ai fini legali. Questo significa che, ad esempio, una madre divorziata non avrà diritto a una quota ereditaria del padre risposato, a meno che non sia specificato in un testamento. Quelli che invece dovrebbero preoccuparsi di un eventuale nuovo matrimonio del genitore sono i figli.

I figli ricevono sempre l’eredità, ma bisogna fare attenzione ai nuovi eventuali eredi

I figli, indipendentemente dal numero di matrimoni del genitore, restano sempre suoi eredi. La situazione può cambiare solo nel caso in cui dal secondo matrimonio nascano dei nuovi figli. A quel punto, il principio di ereditarietà sarà valido per tutti i figli, sia quelli avuti dal primo che dal secondo matrimonio. Per quanto riguarda l’eredità dei figli, la legge prevede che:

  • I figli ereditano 2/3 del patrimonio del padre se la seconda moglie è ancora in vita al momento della morte del padre. Questi 2/3 del patrimonio saranno poi divisi equamente tra tutti i figli, a prescindere da quale matrimonio provengano.
  • I figli ereditano l’intero patrimonio se la seconda moglie è già deceduta, anch’esso diviso equamente tra tutti.
i figli hanno sempre diritto all''eredità di un genitore
In qualsiasi caso, i figli hanno sempre diritto a una parte di eredità – ilovetrading.it

Se esiste un testamento che destina alcune risorse ad altri individui, come fratelli o amici, i figli hanno comunque diritto a una quota minima:

  • la metà del patrimonio se la seconda moglie è ancora in vita.
  • 2/3 del patrimonio se la seconda moglie è già deceduta.

Per quanto riguarda l’eredità del coniuge che il genitore ha sposato, le cose sono un po’ più complicate. Se sei un figlio del primo matrimonio, non avrai diritto all’eredità della seconda moglie di tuo padre, poiché non c’è un legame giuridico. L’eredità del coniuge risposato sarà divisa tra i suoi parenti più stretti, e solo in mancanza o rinuncia di questi, passerà ai parenti più lontani. Solo un testamento può però destinare qualcosa ai figli del primo letto dell’altro coniuge, nel rispetto delle quote minime per i parenti più stretti.

L’eredità di un genitore risposato può sembrare una questione complessa, ma conoscendo le regole legali e le possibili dinamiche familiari, è possibile comprendere chi ha diritto a cosa. Se questa situazione ti riguarda direttamente, queste linee guida possono essere utili per comprendere meglio la tua situazione. In ogni caso, rivolgersi a un legale o a un esperto della materia è sempre il modo migliore per affrontare queste situazioni.

Gestione cookie