Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Allarme PostePay: la “tassa” mensile che fa arrabbiare gli utenti

Foto dell'autore

Andrea Marras

La carta PostePay, dopo un periodo di assoluta tranquillità, ha dato l’ennesimo dispiacere alla sua vasta clientela: ecco il motivo

Il servizio PostePay è sempre stato apprezzato da tutti i clienti. Facile da utilizzare poiché estremamente intuitivo, veloce e soprattutto sicuro. Tutti vantaggi che alcuni servizi ancora oggi non sono in grado di garantire. Nonostante i tanti investimenti fatti dai competitor, infatti, il brand menzionato ha saputo mantenere un largo vantaggio a prescindere da tutto. E da tutti in particolar modo. Ma qualcosa col tempo potrebbe cambiare: ecco perché.

Quanto costa una PostePay?
PostePay: pro e contro economici (Ilovetrading.it)

Tutti sono a conoscenza delle Poste Italiane, organo che da tempo immemore collabora a stretto contatto con la burocrazia italiana. Ebbene, l’ente citato ha creato una carta chiamata PostePay Evolution, dotata di IBAN e con le stesse (o quasi) funzionalità di un normale conto corrente. Si tratta di una carta sicura e intuitiva da usare, dotata anche di sistema contact less come la maggior parte delle carte presenti in commercio ad oggi.

Si possono effettuare benefici e depositi, oltre ovviamente a ricevere somme di denaro di varia quantità. Il tetto massimo è particolarmente capiente, cosa che permette di utilizzarla anche per scopi lavorativi. Seppur non permetta, ovviamente, di depositarvi al suo interno cifre astronomiche. Ma questa è una situazione comune anche ad altre carte. Si possono anche effettuare dei prelievi presso i depositi accreditati.

Insomma, a tutti gli effetti è un conto di ordinaria funzionalità. E dove risiede l’inganno? Nessun inganno di fatto, ma ci sono comunque degli aspetti che bisogna citare per dovere di cronaca. Per esempio la presenza di costi, che riguardano sia la gestione che il mantenimento di questa carta. Ebbene, nel prossimo paragrafo cercheremo di capire quali sono i costi che dovranno affrontare i possessori di questa carta.

Costi della PostePay Evolution: ecco la lista

La PostePay Evolution è una delle carte dai costi più dilazionati in assoluto. Tuttavia, gli aspetti per i quali si dovrà pagare sono numerosi. Per esempio l’emissione, che ha un costo ricorrente di circa 5 euro. Per quanto concerne le ricariche minime, invece, non si potranno depositare meno di 15 euro per volta.

Carta delle Poste: ecco i costi di gestione
Ecco i conti della carta (Ilovetrading.it)

Ogni prelievo avrà inoltre un costo di un euro, a prescindere dalla cifra che si sceglierà di estrarre dal saldo. Esistono anche soluzioni più vantaggiose, per liberi professionisti e aziende, dove i costi potrebbero ovviamente aumentare. Ma per alcune questioni ci sarebbe anche un risparmio non indifferente.

Impostazioni privacy