È possibile ottenere una pensione più ricca con il sistema del ricalcolo: prova

Il sistema di ricalcolo consente di ottenere una pensione più ricca. Andiamo a vedere come funziona e chi può richiederlo.

Un pensionato prende meno di quanto gli dovrebbe toccare? Capita spesso. A volte una situazione del genere può durare anni, prima che il diretto interessato si renda conto di tale anomalia.

Pensione
Più soldi di pensione con il ricalcolo-ilovetrading.it

Un comportamento illecito da parte dell’INPS? Un errore? Niente affatto. È il sistema e le sue regole che espongono a situazione del genere i pensionati.

Fortunatamente, l’Istituto previdenziale mette a disposizione uno strumento da usare per mettere a posto tutto, con il pensionato che alla fine ottiene quanto gli spetta. Stiamo parlando del ricalcolo o ricostituzione della pensione. Ecco come funziona.

Come ottenere una pensione più ricca con il sistema del ricalcolo?

Perché accade che un pensionato riceva una prestazione previdenziale inferiore a quella che effettivamente gli spetta?

Calcolo pensione
Ricalcolo della pensione-ilovetrading.it

Le cause potrebbero essere diverse: il cambiamento delle regole nel corso degli anni, oppure delle situazioni patrimoniali, reddituali o dello stato di famiglia.

Ci sono anche i contributi per la liquidazione della prestazione che non sono stati utilizzati, indipendentemente dalle motivazioni.

Poi ci sono coloro che continuano ugualmente a versare i contributi nonostante siano in pensione, oppure il lavoratore che non ha sfruttato i contributi versati in altri fondi pensione perché disattento oppure perché non vuole pagare gli oneri di ricongiunzione.

La domanda di ricostituzione per motivazioni contributive è tra quelle maggiormente usate proprio perché le anomalie contributive sono quasi all’ordine del giorno per un lavoratore.

Visto che grazie a essa viene ottenuto il ricalcolo della prestazione pensionistica, il pensionato avrà diritto agli arretrati.

Ciò perché, oltre all’adeguamento della pensione, ha diritto anche a ricevere la differenza di quanto gli spettava da quando è andato in pensione.

A volte capita che la contribuzione nuova che viene accreditata, anche dopo il decorso della data di prestazione, finirà addirittura a determinare il passaggio da un sistema di calcolo a un altro.

Né è esempio lampante il pensionato in quiescenza con tutto il sistema contributivo, poiché alla data della liquidazione della pensione non mostra il versamento di altri contributi prima del 1996.

Se dovessero emergere contributi versati prima del 1996, il pensionato ha diritto al calcolo della prestazione misto, indipendentemente dai motivi per i quali il sistema retributivo non ha tenuto in considerazione questi contributi.

Una pensione calcolata tramite il sistema misto o retributivo potrebbe alla fine essere più elevata di quella che viene calcolata con il sistema contributivo.

Ciò che serve per i contributi versati dopo la data del pensionamento è la domanda di supplemento della pensione, mentre la ricostituzione prende in considerazione quelli antecedenti alla decorrenza del trattamento.