Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Rivoluzione mutuo: da oggi si può risparmiare | Gioia della famiglie con questa procedura

Foto dell'autore

Giuseppe F.

Solo nell’ultimo anno gli italiani sono stati sorpresi da un rincaro dei tassi di interesse sul mutuo, dovuto al rialzo deciso dalla BCE.

Risparmiare sul mutuo è ancora possibile, ecco come… Bisogna ingegnarsi in attesa che l’esecutivo trovi un accordo funzionale con le banche affinché la rata dei mutui a tasso variabile sia contenuta attraverso una dilatazione della durata del finanziamento e un aumento sostenibile del numero delle rate o un ricalcolo dell’ammortamento del mutuo.

Mutuo e risparmio
Come risparmiare sul mutuo: la strategia del consolidamento – ilovetrading.it

Esistono, in effetti, alcune strategie utili per risparmiare, almeno relativamente, sui costi reali del mutuo. Il punto è capire come riuscire a pagare meno tassi di interesse. E per far ciò il primo, inevitabile passo è provare a ridurre la rata mensile del mutuo. Come?

Bisogna per forze di cose rivolgersi alla banca presso cui si è acceso il mutuo stesso e richiedere la rinegoziazione delle condizioni al fine di abbassare il tasso. In alternativa, c’è chi chiede di ridurre la durata del mutuo per risparmiare interessi nel corso dell’ammortamento.

Le due strade alternative si basano su valutazioni differenti. C’è a chi conviene il primo metodo e a chi il secondo. In generale, invece, sono altri consigli utili a livello più trasversale. Il primo vero trucco, dunque, è quello di chiedere a un istituto di credito l’accorpamento di tutti i debiti in corso in modo da avere un’unica rata mensile.

Ciò, ovviamente, ha senso se si stanno pagando vari prestiti, oltre ad avere il mutuo principale per la casa. Il consolidamento debiti permette in questo senso di risparmiare sugli interessi, soprattutto se il tasso applicato ai vari prestiti è elevato.

Si tratta di una possibilità posta in essere solo di recente e che molti italiani ignorano o che non riescono a sfruttare in modo ottimale. Una scelta che ha vantaggi economici ma anche marginali: accorpare tutti i debiti in un solo finanziamento generalizzato rappresenta un piccolo sollievo mentale.

Come risparmiare sul mutuo: alcuni consigli utili

L’altro consiglio fondamentale è studiare un piano per definire i propri limiti finanziari. Prima ancora di richiedere un mutuo è infatti necessario esaminare la propria posizione finanziaria e lavorativa individuale e familiare, e ciò al fine di stabilire i limiti di manovra. A cominciare dall’importo massimo che la banca ci può concedere.

Come risparmiare sul mutuo
Strategie per risparmiare sul costo finale del mutuo – ilovetrading.it

Bisogna poi saper scegliere il mutuo con lo spread migliore. Lo spread non è nient’altro che il costo effettivo che la banca richiede ai clienti per la concessione del finanziamento. U prezzo che si aggiunge al tasso di interesse del mutuo definendone il costo fisso. Naturalmente, più basso sarà lo spread applicato dalla banca, e minori saranno gli interessi da restituire sul mutuo.

Va anche ricordato che lo spread rimane uguale per tutta la durata del finanziamento, anche nel caso di surroga. Proprio per questo è importantissimo scegliere un mutuo con uno spread basso sin dall’inizio. Il mutuo dovrà essere rimborsato calcolando il valore dello spread più il tasso dell’indice di riferimento scelto. Per il mutuo a tasso variabile, si paga lo spread più l’euribor. Per il mutuo a tasso fisso, lo spread più l’eurirs (o Irs).

Un consiglio sempre utile è quello di confrontare il Taeg. Limitarsi a considerare solo l’importo della rata è infatti fuorviante. Bisogna sempre conoscere a quanto ammontano i costi effettivi del mutuo: spese accessorie, costi dell’istruttoria della banca, perizia, assicurazioni obbligatorie e dell’eventuale mediazione creditizia svolta da parte di un professionista.

Impostazioni privacy