Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Stipendi e pensioni: il Governo stravolge tutto | Riforma pesante per tutti

Foto dell'autore

Edoardo Corasaniti

Il governo italiano sta affrontando una serie di decisioni importanti riguardo agli stipendi e alle pensioni nell’ambito della Manovra Finanziaria 2024. 

Il governo si sta preparando a delineare le nuove misure che verranno inserite nella prossima Manovra Finanziaria 2024. Tuttavia, tra posizioni discordanti su vari provvedimenti e risorse economiche limitate, sembra che l’idea di una riforma strutturale delle pensioni sia ormai tramontata. In questo momento critico, è necessario prendere decisioni cruciali riguardo agli stipendi e alle pensioni, con il potenziale per miglioramenti e peggioramenti significativi.

Stipendi e pensioni
Stipendi e pensioni nella Riforma del Governo (Ilovetrading.it)

Tra gli obiettivi del governo Meloni nel settore del lavoro e degli stipendi, c’è l’impegno a garantire aumenti salariali per categorie specifiche di lavoratori, considerando il persistente caro-prezzi e l’inflazione elevata. Le decisioni attese per gli stipendi includono la proroga del taglio del cuneo fiscale, che è stato aumentato, e l’estensione della soglia esentasse fino a 3.000 euro per i fringe benefit.

Il governo intende rendere strutturale l’aumento del taglio del cuneo fiscale introdotto con il Decreto Lavoro di maggio, che ha portato il taglio al 7% per redditi annui fino a 25.000 euro. Se non saranno disponibili le risorse necessarie, si prevede almeno una proroga per i primi sei mesi dell’anno successivo.

Tuttavia, è importante notare che l’aumento del taglio del cuneo fiscale beneficerebbe solo ai lavoratori con redditi fino a 35.000 euro all’anno, ovvero coloro che guadagnano fino a 2.692 euro lordi mensili.

Un’altra decisione in attesa che potrebbe portare a miglioramenti negli stipendi riguarda l’estensione dei fringe benefit, con l’aumento della soglia esentasse a 3.000 euro. Tuttavia, questa estensione si applica solo ai lavoratori dipendenti con figli minori.

Nuove decisioni e potenziali peggioramenti

Una possibile sorpresa potrebbe essere l’istituzione di un nuovo bonus “una tantum”, seguendo l’esempio del bonus riconosciuto dal governo Draghi l’anno precedente. Nonostante la scarsità di risorse economiche, questa misura potrebbe essere considerata per guadagnare consensi in vista delle elezioni europee dell’anno successivo, sebbene sia discutibile dal punto di vista finanziario. Tuttavia, questa misura verrebbe applicata solo ai lavoratori con redditi medio-bassi, escludendo quelli con redditi più elevati.

Pensioni
Momento cruciale: Il governo italiano si confronta sulle decisioni relative a stipendi e pensioni nella Manovra Finanziaria 2024- ilovetrading.it

Un’ulteriore decisione che potrebbe portare a miglioramenti negli stipendi è la detassazione della tredicesima mensilità. Un possibile aspetto negativo per gli stipendi potrebbe essere il mancato rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) per i dipendenti statali. Per il rinnovo di questo contratto, sarebbero necessari circa 8 miliardi di euro, una somma difficile da reperire. Si potrebbero prevedere solo misure parziali, con il governo che cerca di recuperare risorse attraverso tagli alla spesa pubblica o dalla riduzione di altre spese per i servizi pubblici.

Tuttavia, l’esito rimane incerto. Nel settore delle pensioni, si prevede un ampio spettro di interventi, ma a causa delle limitate risorse economiche, non tutte le misure potranno essere attuate Per quanto riguarda i miglioramenti, non ci sarà una riforma completa delle pensioni per ridurre l’età pensionabile per tutti. Tuttavia, potrebbero esserci alcune proroghe delle misure attualmente in vigore, come l’ape social per l’uscita a 63 anni con 30 anni di contributi, o la quota 103 per l’uscita a 62 anni con 41 anni di contributi, sebbene quest’ultima sia ancora incerta.

Impostazioni privacy