Anticoncezionali e FANS: allerta per il rischio di trombosi se li usi | Grave comunicato

C’è sempre un rischio nel mischiare i medicinali, soprattutto se si assumono anticoncezionali e antinfiammatori. Il pericolo è di sviluppare la trombosi.

Sul foglietto illustrativo di ogni farmaco oltre agli effetti collaterali che può dare ci sono anche delle controindicazioni nel caso venga assunto insieme ad altre medicine. In linguaggio tecnico si tratta delle interazioni fra farmaci, una causa frequente di ricoveri ospedalieri anche in Italia. Spesso sono medicine comuni e che si assumono regolarmente a dare problemi perché giudicate innocue.

ci sono farmaci da non mescolare
Ci sono medicine che se assunte insieme possono dare luogo a effetti gravi – ilovetrading.it

Tra quelle più facili da trovare negli armadietti dei medicinali ci sono i contraccettivi ormonali e i farmaci antinfiammatori non steroidei (detti anche FANS). Si tratta di pillole di uso comune e che non si è abituati ad associare a conseguenze gravi, ma se mescolati possono dare luogo alla formazione di trombi. A lanciare l’allarme è uno studio pubblicato di recente sulla rivista medica BMJ.

Per esempio le donne che fanno uno della pillola anticoncezionale e allo stesso tempo ricorrono all’ibuprofene per mal di testa o crampi il rischio di eventi trombotici aumenta di quattro volte. Tra i FANS quello che si dimostra più rischioso se mischiato con i contraccettivi è il diclofenac che aumenta la predisposizione alla trombosi di dodici volte rispetto alla norma.

Un rischio di trombosi più alto nelle donne con il diabete

Di fronte a questo scenario molti si diranno che basta evitare l’uso dei FANS o dei contraccettivi, o almeno dei primi per evitare le interazioni sopra citate. Il problema è per chi deve ricorrere agli antinfiammatori per prescrizione medica come le donne che soffrono di diabete di tipo 1. Una patologia che già di per sé espone alla malattia tromboembolitica venosa e altri problemi circolatori.

Bisogna controllare la circolazione sanguigna
Per prevenire la formazione di trombi bisogna fare dei controlli a livello di circolazione. – ilovetarding.it

Per le donne che soffrono di questa malattia ma in generale per tutte coloro a cui capita di fare uso di entrambi i farmaci il consiglio è di prevedere un monitoraggio costante. Tra i contraccettivi ormonali inoltre ce ne sono alcuni che sono più sicuri anche se mischiati con i FANS, come i dispositivi intrauterini o le pillole di progestinico senza presenza di estrogeni.

L’aspetto più pericoloso legato alle trombosi venose è il fatto che non danno sintomi facili da identificare in una percentuale che varia dal 25% al 50% dei casi. I trombi inoltre dagli arti possono bloccare la circolazione polmonare causando morti improvvise.

Impostazioni privacy