Borse positive su disponibilità Putin ed in attesa di incontro Biden-Xi

Positiva l’apertura di oggi sui mercati di tutto il mondo.

Resta il nodo Power crunch, ma le parole accomodanti di Putin sulla disponibilità ad aumentare le forniture all’Europa sono state accolte molto bene dai mercati. Si parla di possibili acquisti di Bond da parte della BCE questo se da un lato tranquillizza i mercati dall’altro crea dei dubbi sul fronte dell’inflazione. Accolta positivamente dai mercati anche la notizia di un incontro tra Joe Biden è il leader cinese Xi. Gli analisti restano alla finestra e temono comunque la volatilità. I T Bond sono aumentati e questo impensierisce i mercati. Anche l’altra questione forte di questo periodo vale a dire il temuto default degli Stati Uniti forse si avvia ad una soluzione.

Segnali di distensione

Pare che i repubblicani forse si convinceranno a dare una mano in questo momento di crisi. FTSE MIB segna +1,30% ed anche l’indice tedesco Dax è in netta risalita nonostante i dati industriali tedeschi piuttosto negativi. In Germania pesa la contrazione degli ordinativi industriali. Ma ciò non deprime la borsa. Positiva come tutte quelle del vecchio continente. Anche l’Asia ha chiuso bene e positivi risultano anche i futures americani. In particolare è stata accolta positivamente la chiustura di Hong Kong addirittura a +3%. Bene hanno fatto soprattutto i tecnologici che rimbalzano con vigore dopo lo scivolone impresso dal Nasdaq alcune sedute fa. Insomma c’è un clima positivo che si riflette anche sulle criptovalute. Tutte le principali crypto infatti fanno registrare marcati rialzi.

Leggi anche: Il noto Jeremy Siegel è assai pessimista sul NASDAQ. Rialzo tassi ed inflazione lo spaventano

In contrazione invece risultano i prezzi dell’energia dopo la disponibilità emersa sul fronte russo a rifornire maggiormente l’europa. Ed anche il petrolio ne risente. Wti perde l’1,67% giungendo a 76 dollari al barile ed il Brent scende anch’esso del 1,02%.

Leggi anche: Non si parla più dei camorristi su TikTok eppure sono più popolari e ricchi che mai

Stabilità sul fronte dello scambio tra euro e dollaro.