Mutuo per comprare casa? Conviene ancora farlo, ma forse non per molto

È ancora conveniente fare un mutuo per comprare, ma gli investitori sembrano ormai convinti che i tassi il prossimo anno saranno rialzati. 

Sono ancora tanti gli esperti finanziari che ritengono che questo sia ancora un ottimo momento storico per indebitarsi allo scopo di comprare casa. Resta infatti ancora un’operazione molto conveniente rispetto a quella che è la media storica sui tassi. È bene però tener presente che siamo anche in un momento in cui si iniziano anche ad osservare i primi rialzi sui tassi di interessi. I mercati, come sempre, guardano con grande attenzione alle mosse della Banca Centrali, con la Fed che nella giornata di oggi ha lanciato il tapering. Gli investitori in tal senso sembrano diffidenti, e a nulla sono valse le dichiarazioni della Lagarde, arrivate la settimana scorsa, sul fatto che per il momento vi è intenzione di alzare i tassi.

Conviene dunque sottoscrivere un mutuo in questo momento? 

Il commento dell’Ad di MutuiSupermarket Stefano Rossini

Sembrerebbe di si, a guardare i dati trimestrali a riguardo, che suggeriscono come al momento vi sia una situazione particolarmente favorevole alle condizioni applicate.  In proposito Stefano Rossini, amministratore delegato di MutuiSupermarket.it, ha dichiarato che “la situazione sul fronte tassi potrebbe iniziare a cambiare nei prossimi mesi”. Rossini si è poi anche espresso sull’incremento degli indici rs, un aumento recepito “ad oggi in modo parziale e disomogeneo dalle offerte di mercato e, in aggiunta, le offerte Under 36 per categorie prioritarie oggi presentano per legge tassi inferiori”. 

Leggi anche: Pane: il rincaro sarà del 25%. Aumenti materie prime sono insostenibili

Leggi anche: Bonus casa, dietrofront: tornano cessione del credito e sconto in fattura

Sono i giovani al momento a sostenere maggiormente la domanda, con il 35 per cento delle richieste rispetto al 20 per cento dello scorso anno. Si tratta insomma di un aumento significativo “alla luce di un probabile miglioramento delle prospettive economiche e nuovo aumento degli indici Irs, i tassi fissi dei mutui dovranno necessariamente subire un rialzo nel corso dei prossimi mesi”