Bonus giardini e terrazzi 2022: ricco e con proroga triennale

Un bonus decisamente ecologico quello prorogato dall’ultima Manovra di Bilancio.

È un bonus molto amato dal governo e dai cittadini, tanto è vero che ha ricevuto una proroga addirittura triennale. L’ultima legge di bilancio ha sancito che questo bonus durerà sino al 2024. Dunque un lungo respiro per un bonus che mira a migliorare le case degli italiani ed a rendere più vivibili le città. Si tratta di un bonus che consente una gamma di interventi molto ampia. Forse è proprio questa la caratteristica principale di questo bonus: vediamo perchè è così ampio. Si può intervenire su giardini, ma anche creare veri e propri giardini pensili. Non mancano le coperture a verde, ma anche i pergolati. Basti pensare che persino pozzi e impianti di irrigazione sono coperti da questo bonus. Insomma si tratta di un bonus veramente ampio e generoso. La detrazione fiscale ammonta al 36% e si può applicare sia alle spese del singolo appartamento che a quelle condominiali.

Comodo e duttile

Dunque sia che si tratti di risistemare una vecchia zona verde che di crearne una radicalmente nuova, questo bonus si potrà sempre utilizzare. Il tetto massimo è di €5000. Questo bonus può essere fruito come detrazione dall’Irpef ed un limite può essere il fatto che sconto in fattura e cessione del credito sono purtroppo esclusi. Questa forse è la pecca maggiore di questo bonus, ma a conti fatti non lo rende certo più sconveniente. Dunque l’unica via mediante la quale sia possibile fruirne è quella della detrazione fiscale.

Leggi anche: Superbonus 110% 2022: lo detrai in 4 anni invece che 5. Cambia tutto

Mai dimenticare però il paletto fondamentale di tutti i bonus vale a dire la tracciabilità delle spese sostenute.

Leggi anche: Allarme Bonus Casa: ecco quando scatta il reato. Si rischiano fino a 8 anni

Dunque sarà in 10 anni che si potrà spalmare la detrazione generata da questo bonus con dieci rate tutte uguali.