Bonus prima casa 2022: termini, condizioni e dubbio ISEE. Come si chiede

Si tratta sicuramente di un bonus molto importante perché può sbloccare la situazione di tante giovani famiglie.

E’ infatti un bonus che aiuta quelle giovani famiglie che hanno il desiderio di comprare una casa ma non sono nelle condizioni materiali di farlo. È uno di quei bonus davvero strategici, ma è importante capire tutti i paletti che ci sono in questo 2022 per non perderlo. Quest’anno, infatti la precarietà di tante famiglie è aumentata. Anche l’inflazione ci ha messo il suo per rendere i più giovani ancora più instabili economicamente. Dunque un bonus del genere può fare la differenza. Innanzitutto si tratta di un bonus under 36 quindi il primo requisito è sicuramente l’età. Importante anche capire che questo bonus scade il 31 dicembre 2022 quindi si avrà tempo per tutto l’anno per poterne beneficiare. Molti si chiedono se sarà prorogato anche agli anni prossimi. Per ora non è rientrato nel novero di quei bonus che hanno goduto di proroga pluriennale. I benefici sono notevoli. Il risparmio è importante anche perché riguarda l’esenzione dalle imposte di registro ipotecaria e catastale, vantaggi sull’iva eccetera.

Quale ISEE presentare?

Se i vantaggi sono stati sostanzialmente confermati rispetto allo scorso anno è importante chiarire la questione relativa all’ISEE. Infatti l’ISEE non deve superare i €40.000 annui. Stiamo parlando dell’ ISEE ordinario. Ma sempre questo l’ISEE da presentare? Come detto si deve presentare l’ISEE ordinario, ma questo va a rappresentare una situazione un po’ datata. Se le cose nel nucleo familiare a cui l’ISEE fa riferimento sono notevolmente cambiate e allora sarà più corretto presentare l’ISEE corrente. Infatti l’ISEE corrente va a offrire un quadro più aggiornato anche se di norma si utilizza l’altro.

Leggi anche: Bonus affitti 2022: gli inquilini italiani risparmieranno molto

Ma l’inflazione, come detto renderà le cose più difficili quest’anno e molti centri studi lanciano l’allarme sulla fragilità dei più giovani.

Leggi anche: Superbonus e Fisco: controlli preventivi, 30 giorni e GdF verifica con Prisma

Un bonus, importante, in un anno scandito da problemi notevoli.