Bonus TV senza ISEE. Averlo subito senza andare sulla piattaforma

Un bonus comodo che fa risparmiare ed avere tutti i canali.

La televisione italiana sta cambiando profondamente e con i bonus gli italiani possono avere un bel risparmio. I nuovi standard di codifica digitale della televisione italiana costringono tutte le infrastrutture televisive a cambiare la tecnologia con la quale viene irradiato il segnale televisivo. Si tratta di standard di codifica più moderni e più adatti all’alta definizione, ma per gli italiani significa anche dover aggiornare i propri apparecchi televisivi. Ecco perché diventa particolarmente interessante il bonus che consente di fare questo con un notevole risparmio e senza peraltro neppure la limitazione del tetto ISEE. Si tratta di un bonus molto conveniente e piuttosto snello nelle procedure di richiesta e di fruizione. Questo bonus che vale €100 è stato lanciato ad agosto e consente l’acquisto di televisori effettivamente moderni con i quali non perdere nessun nuovo canale digitale.

Comodo e veloce: per tutti

Chiedere il bonus è semplicissimo perché basta andare dal rivenditore e consegnare a lui la vecchia TV che si vuole rottamare. Ecco che rottamando la vecchia TV semplicemente consegnandola al negoziante e contestualmente acquistandone una nuova si avrà un allettante sconto di €100. I paletti e per questa misura sono che si deve essere in regola con il pagamento del canone RAI. La scadenza di questo bonus è il 31 dicembre 2022 e si può usufruire una volta sola. L’altra cosa positiva è che è cumulabile col vecchio bonus TV decoder consentendo quindi ai due risparmi di sommarsi. Progressivamente i vecchi canali andranno ad essere sostituiti dai nuovi canali digitali attraverso un calendario molto serrato di aggiornamenti della tecnologia. Importante e quindi avere dispositivi adatti ai nuovi standard.

Leggi anche: Superbonus: modifica catastale. Nuovi massimali e termini dalle Entrate

Dunque le comodità di questo bonus sono che non si deve andare sulla piattaforma, perchè farà tutto il negoziante.

Leggi anche: Incentivi auto 2022: maxi piano da 450 milioni. Non solo Ecobonus

L’altra comodità è che anche della rottamazione si occuperà il negoziante.