Il mutuo esplode: vediamo se meglio fisso, variabile e incognita surroga

L’inflazione corre ai massimi da decenni e i mutui letteralmente esplodono.

L’Istat annuncia un’inflazione al 4,6% a gennaio 2022. Numeri che non si vedevano da decenni e che gettano in una comprensibile apprensione tutti gli italiani. Si erode il potere d’acquisto degli stipendi e si erode il conto in banca. Ma ad essere particolarmente preoccupati sono coloro i quali hanno un mutuo sulle spalle. E’ il Giornale a fare il punto della situazione e purtroppo non è allegra. I tassi fissi sono proposti al 1,20% mentre i tassi variabili sono allo 0,76%. L’inflazione corre veloce e i timori maggiori riguardano coloro i quali abbiano sulle spalle un mutuo a tasso variabile. Infatti chi ha contratto un mutuo a tasso fisso continuerà a beneficiare dei bassi tassi ai quali è abituato. Ma il mutuo a tasso variabile funziona in una maniera completamente diversa. Non si adatta in modo automatico all’inflazione ma comunque ne risente in una maniera indiretta.

Chi rischia di più

Il problema è che grazie ai vari bonus ed aiuti vari ultimamente c’è stato un vero e proprio boom di mutui contratti spesso proprio a tasso variabile. Tanti giovani hanno assunto su di sé l’onere di un mutuo ed ora potrebbero trovarsi in difficoltà. Tutto dipende dall’ evolversi dell’inflazione e dall’evolversi del mercato dei mutui. Infatti è stato il cosiddetto mutuo giovani a far letteralmente esplodere il comparto dei mutui legati ai più giovani ma cosa succede se l’inflazione dovesse continuare a galoppare? Una speranza potrebbe venire dalla surroga dei mutui. Infatti liberamente il cittadino può spostare il mutuo da un istituto di credito ad un altro oppure da una banca ad un’altra in modo tale da avere condizioni migliori. Il tutto avviene senza costi.

Leggi anche: Superbonus 110%: ritorno delle cessioni multiple in vista, può salvare tutto

Dunque l’istituto col quale abbiamo il mutuo non può in alcun modo impedirci di passare ad un altro.

Leggi anche: Costi alle stelle e stretta sulla cessione: guida per capire se il bonus ti conviene

Paventare strani costi, non è consentito dalla legge.