Bollo auto: si va verso l’abolizione, “così è peggio” c’è poco da festeggiare

Bollo auto: si va verso l’abolizione, ma vediamo perché non c’è da essere così allegri per il nuovo progetto.

Il bollo dell’auto potrebbe star andando incontro ad una vera rivoluzione epocale, ma probabilmente per i cittadini non sarà un gran vantaggio. Da quest’anno sono finiti i termini comodi per il pagamento del bollo auto dei quali abbiamo approfittato durante la pandemia di covid e dunque tutto dovrebbe essere tornato alla normalità.

Il bollo dell’auto dunque si paga entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello del immatricolazione della vettura e pagarlo è un obbligo per tutti i contribuenti che possiedono un’automobile. Ma vediamo il nuovo progetto di abolizione e i suoi lati più problematici. Fino ad oggi pagare il bollo auto era un preciso obbligo di legge. Per chi trasgredisce questo obbligo c’erano precise sanzioni e ovviamente ci sono ancora.

Una vera rivoluzione ma dalla strada accidentata

Per poche settimane di ritardo gli interessi da pagare saranno veramente esigui, ma con il passare del tempo si può arrivare alla massima sanzione del ritiro delle targhe e anche della carta di circolazione e a quel punto l’automobile non può più circolare. Ma vediamo la nuova proposta di abolizione del bollo auto che sta animando i lavori parlamentari. Secondo i parlamentari che hanno proposto questo progetto l’abolizione del bollo auto sarebbe una misura per così dire ecologica.

Ragioni ecologiche

Infatti secondo loro il bollo auto può essere effettivamente abolito a patto però che lo Stato aumenti le imposte sui carburanti. Il loro ragionamento è semplice: chi possiede un’automobile ma la usa poco o nulla non è giusto che paghi il bollo dell’auto mentre invece così si farà pagare di più a chi effettivamente consuma più benzina e di conseguenza inquina di più. Dunque se l’idea dell’abolizione del bollo auto sicuramente farebbe piacere a tutti gli italiani che detestano questo balzello le modalità scelte dal da questi parlamentari per questa abolizione sicuramente non sono molto piacevoli.

Leggi anche:Un litro di benzina venduto a peso d’oro (cifra da pazzi) ma arriva il bonus

Leggi anche: Bonus casa: facciate e barriere architettoniche schizzano al 110%

Infatti alla fin fine quello che si toglie sul bollo lo si rimette sulla benzina e poi in questo periodo parlare di ulteriori rincari sulla benzina susciterebbe una vera e propria rivoluzione nel Paese. Quindi sebbene effettivamente si stia discutendo di questa proposta ci sono francamente poche possibilità che possa andare in porto.