Risparmiare sulle tasse da oggi si può con la pioggia di nuove detrazioni

Risparmiare sulle tasse: un tema assai caro agli italiani: ma da oggi si può ed in modo corposo con le tante e nuove detrazioni 730.

Il momento non è facile per le famiglie italiane che lottano con introiti sempre più incerti e con un costo della vita sempre più elevato. Ecco che allora le tante detrazioni introdotte dal Governo sul 730 sono una bella opportunità. Andiamo a scoprirle una per una e soprattutto scopriamo le novità.

Innanzitutto è bene chiarire un equivoco: l’arrivo dell’assegno unico che debutta proprio questo mese, non pregiudica assolutamente tutte le detrazioni al 19% fatte nell’interesse dei figli e di tutte le persone a carico del nucleo familiare. Con l’arrivo dell’assegno unico molti sono convinti che quella erogazione di denaro pubblico rimpiazzi le detrazioni per i figli, ma al contrario è cumulabile. Dunque le spese mediche di ogni genere sono detraibili, sia che si parli di visite specialistiche che di medicinali o di altro. Ma anche le spese per l’istruzione sono detraibili.

Ritorno dei bonus casa

Sono anche detraibili sempre al 19% le spese per l’affitto e quelle per l’affitto dei figli che studiano fuori sede. I premi per le assicurazioni contro le calamità e le spese per l’abbonamento ai mezzi pubblici. Ovviamente grande spazio tra le detrazioni consentite è lasciato ai bonus casa. I bonus casa erano entrati in crisi con la stretta sulla cessione dei crediti, ma la nuova normativa riapre la cessione multipla ed ora possono ripartire con vigore.

Tante novità

Oltre al famoso superbonus sono detraibili anche il bonus facciate che però da quest’anno scende dal 90% al 60% e tanti altri. Ma la vera novità di quest’anno è il bonus per la rimozione delle barriere architettoniche. Un ricco bonus che vale tanto e che è anche molto etico. Ben il 75% di agevolazione, infatti si può ottenere per la rimozione delle penalizzanti barriere architettoniche. 

Nuovi bonus per i giovani

Un’altra grande novità è il bonus musica. Il bonus musica copre tutte le spese necessarie all’educazione musicale dei ragazzi dai 5 ai 18 anni. Attenzione, perchè non copre solo i conservatori, ma anche iscrizione a cori o bande o scuole di musica sono coperte.

Leggi anche: Superbonus 110%, è fuga: rincari e novità Entrate scrivono la parola fine

Leggi anche: Bonus spesa, per le famiglie 600 euro da spendere

Il bonus musica vale massimo 1000 euro ed è una bella novità. Confermati invece i bonus per l’affitto ed il mutuo under 36 che consentono di prendere in affitto o di comprare una casa a cifre agevolate. Confermato anche (e dunque cumulabile anche in questo caso con assegno unico) è il bonus asilo nido che vale sia per il pubblico che per il privato.