Caro bollette addio: arriva il Reddito Energetico, chi festeggia il nuovo aiuto

Il MoVimento 5 Stelle per arginare i grandi rincari sulle bollette mette in cantiere uno strumento decisamente innovativo.

Si tratta del reddito energetico. Cerchiamo di scoprire come funzionerà questa grande novità. E’ il MoVimento 5 Stelle in Campania a sottolineare la gravità della situazione delle famiglie meno abbienti. Il reddito di cittadinanza mira ad aiutare chi è in condizioni più economicamente critiche. Ma oggi la vera criticità è quella dell’energia.

Questo vale sia a livello familiare, con le bollette sempre più care e sia a livello nazionale visto che il Paese sta spendendo cifre folli su questo fronte non riuscendo a produrla in modo autonomo. Il ragionamento dei 5 Stelle campani parte proprio dalla grande disparità economica che si sta registrando tra le famiglie più benestanti e quelle meno abbienti. Paradossalmente proprio le famiglie più benestanti possono decidere di installare sulle proprie abitazioni i pannelli fotovoltaici e diventare sostanzialmente immuni ai rincari dell’energia.

Gravi disparità da colmare

Ma quelle famiglie che a stento riescono ad arrivare a fine mese come possono pensare ad un progetto così complesso ed oneroso? Dunque il reddito energetico vuole essere un progetto in grado proprio di consentire a tutti, a prescindere dalle proprie condizioni economiche di poter diventare liberi dal punto di vista energetico installando a condizioni di assoluto favore impianti per la produzione autonoma dell’energia elettrica. Ma questo progetto punta anche a potenziare gli aiuti economici per il contrasto ai rincari delle bollette.

Il passaggio nel prossimo decreto

Quella del reddito energetico è una proposta che secondo i bene informati confluirà nel nuovo pacchetto di stimoli energetici del Governo. A proposito, tre dovrebbero essere le linee guida forti del nuovo pacchetto di stimoli. Innanzitutto proprio la semplificazione nell’installazione dei pannelli solari persino sui balconi. L’altra linea guida dovrebbe essere quella di un ausilio alle famiglie meno abbienti dal punto di vista economico. L’ultima linea forte dovrebbe essere quella del fissare dei paletti all’utilizzo del riscaldamento.

Leggi anche: Superbonus addio: imprese strangolate dai costi, si chiude tutto

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza: il (diffuso) trucchetto del noleggio te lo fa perdere

Limitazioni dunque che abbasserebbero la temperatura nelle case degli italiani facendo risparmiare cittadini, ma soprattutto rendendo un po’ più durature le scorte assai esigue. Le famiglie attendono con ansia uno strumento che consenta di abbassare un po’ la bolletta e vederemo nel prossimo consiglio dei ministri a quanto ammonterà il nuovo pacchetto di stimoli per le famiglie ed imprese ed il posto che avrà il reddito energetico.