Superbonus: i nuovi codici tributo ed il meccanismo di cessione complesso

Arrivano i nuovi codici tributo, ma gli esperti denunciano una situazione troppo complessa e per il bonus potrebbe arrivare la parola fine.

L’Agenzia delle Entrate predispone tutto per cessione del credito e sconto in fattura ma ormai qualcosa si è rotto nel meccanismo dei bonus casa. La piattaforma per la cessione dei crediti di Poste Italiane è davvero il monumento ad una normativa troppo complessa e dissuasiva. Ma cerchiamo di capire che cosa sta succedendo. Quando il governo si è accorto dei 4,4 miliardi di frodi poste in essere grazie al meccanismo dei bonus casa ha deciso una stretta senza precedenti.

La cessione del credito multipla sarebbe dovuta scomparire. L’esecutivo era stato molto chiaro soltanto una cessione del credito sarebbe stata ammissibile ed il mondo dei cantieri entrato in crisi. Dopo strenue trattative e le polemiche aspre da parte del mondo dell’edilizia è arrivata la nuova normativa che teoricamente avrebbe dovuto riportare il sereno nella materia. Effettivamente con la nuova normativa le cessioni del credito tornano ad essere multiple ma in realtà a ben vedere nulla è come prima. Difatti il credito non può essere più frazionato e deve viaggiare sempre in modo unitario. Tra l’altro il credito stesso deve essere sempre accompagnato da un codice che lo renda riconoscibile è tracciabile.

Tracciabilità del credito

Lo scopo ovviamente è quello di consentire sempre i controlli. Ma il primo istituto che accetta il credito deve porre in essere una lunga serie di controlli prima di accettarlo e questo sta letteralmente bloccando tutto il meccanismo.

L’estrema complessità della piattaforma per la cessione dei crediti di Poste Italiane lo dimostra. Infatti Poste Italiane avvisa gli utenti che la documentazione da presentare sarà corposa ed in più in tempi per la sua analisi saranno altrettanto importanti. Ecco i nuovi codici tributo contenuti nella risoluzione n. 12/E del 14 marzo 2022.

I nuovi codici tributo per i bonus

7701 è il codice per la cessione del credito relativamente al superbonus; 7702 cessione del credito ecobonus ed impianti fotovoltaici; 7703 per cessione del credito sismabonus; 7704 per cessione del credito relativamente alla colonnine di ricarica; 7705 per la cessione del credito relativamente al bonus facciate ormai al 60%; 7706 è il codice per il recupero del patrimonio edilizio; 7707 riguarda l’eliminazione delle barriere architettoniche. Dal 7711 al 7717 sono i codici per i medesimi interventi, ma relativi allo sconto in fattura. Sicuramente attesi questi codici da parte dei contribuenti, ma come detto la vera incognita è nella complessità della normativa, senza dimenticare i costi delle materie prime ormai insostenibili.