Bollo auto: scatta il 15% di sconto se ti impegni ad essere puntuale

Il bollo auto è una tassa non molto amata dagli automobilisti, ma è anche una tassa da pagare senza indugio.

In questo periodo di rincari feroci su tutto può sembrare strano che qualcosa diminuisca di prezzo, eppure è così: sul bollo auto si può avere un buon sconto del 15%.

Prima però bisogna fare delle importanti precisazioni. La prima è che non è vero che anche quest’anno ci saranno proroghe e termini comodi per i pagamento del bollo auto.

Come si paga

La scadenza del pagamento del bollo quest’anno è legata alla data di immatricolazione del veicolo: dunque per chi abbia immatricolato i veicoli a febbraio di qualsiasi anno, i termini stanno per scadere.

Insomma le scadenze sono tornate quelle solite dell’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione del veicolo. Se si ritarda nel pagamento non bisogna avere un particolare timore perchè per pochi giorni o poche settimane, la sanzione sarà molto contenuta.

Ravvedimento operoso

E’ il cosiddetto ravvedimento operoso che consente a chi paghi subito di avere un aggravio molto contenuto. Ovviamente però la sanzione è proporzionale ai tempi e se il mancato pagamento dovesse protrarsi ecco che si potrebbe arrivare alla massima sanzione del ritiro delle targhe. Questo scatta se si lasciano passare tre anni senza pagare il bollo auto.

Come pagare per avere lo sconto

I modi per pagare il bollo ormai sono tantissimi. Si può fare online al tabacchino, in ricevitoria: davvero innumerevoli, ma va detto che alcuni fortunati il bollo auto non lo pagano proprio e legalmente. Sono coloro i quali hanno veicoli adibiti al trasporto di disabili, ma sono anche i titolari di auto d’epoca a non pagarlo. Non lo pagano neppure i possessori di auto elettriche. Ma vediamo come si fa ad ottenere il prezioso sconto del 15%. E’ anche molto facile da fare

Il “trucco” per pagare il 15% in meno

Come abbiamo detto, ci sono tanti modi per pagare il bollo. Tra questi c’è la domiciliazione su conto corrente bancario. La domiciliazione è proprio come quella che solitamente si fa per le bollette di luce e gas. Il vantaggio così sarà doppio. Innanzitutto non ci scorderemo di pagare il Bollo e di dover pagare sanzioni, ma soprattutto avremo il tanto sospirato sconto del 15%! Una bella boccata d’ossigeno in un momento in cui tutto aumenta. Ma attenzione però perché non tutte le regioni riconoscono questo sconto e bisogna controllare se la propria aderisce.