Ucraina: le banche italiane sicure come un bunker e quelle da cui devi scappare

Da quando è cominciata la guerra in Ucraina gli italiani sono seriamente preoccupati per i loro conti in banca.

In realtà sono tante le preoccupazioni per i conti in banca degli italiani. Innanzitutto la guerra in Ucraina mette il turbo all’inflazione e di conseguenza erode i risparmi dei cittadini.

Oggi noi in Italia abbiamo un’inflazione stimata al 6% ma che secondo molti analisti in realtà sarebbe più vicina al 10%. E’ chiaro che valori di questo genere sono una mazzata tremenda per i risparmi perché li erodono a grande velocità.

Paura per le banche

Ma al di là del fatto che l’inflazione incrementata dalla guerra colpisce duramente i risparmi, la paura degli italiani è proprio che le banche comincino a vacillare sotto i colpi delle bombe russe. La Russia è concretamente vicina al default e tante banche italiane ci hanno investito, di conseguenza attualmente la gente ha paura. L’ultimo report che abbiamo sulla solidità delle banche lo ha stilato la BCE dunque la Banca Centrale dell’Unione Europea proprio nel 2021.

La BCE comunica quali sono le banche più solide

Questa classifica stilata dalla Banca Centrale Europea coinvolge tutti gli Istituti bancari del vecchio continente. Dunque la Banca Centrale Europea ha passato al setaccio tutte le banche europee per capire quali sono effettivamente quelle più solide. Prima di passare alla classifica vera e propria però ricordiamo che il timore di un default russo effettivamente è molto concreto. Le sanzioni che la NATO ha imposto al paese di Vladimir Putin a seguito dell’aggressione all’Ucraina, sono veramente pesanti e secondo molti analisti il paese potrebbe anche effettivamente andare in default.

Il rischio russo è forte

Questa ipotesi però non deve spaventare più di tanto i correntisti italiani. È vero che le banche italiane sono parecchio esposte in Russia però è vero anche che se dovessero subire colpi troppo forti a causa del default quasi certamente il Governo interverrebbe per aiutarle.

E poi ricordiamo anche che risparmi fino a €100.000 sono comunque garantiti dallo Stato. Come solidità nella lista della Banca Centrale Europea troviamo la prima banca italiana solo al 17esimo posto ed è Mediobanca. La seconda italiana scorrendo la classifica è Unicredit in ventottesima posizione e ricordiamo che proprio Unicredit è una delle più esposte in Russia. In ventinovesima posizione troviamo Intesa Sanpaolo, l’altra grande banca italiana. Al sessantacinquesimo posto troviamo banco BPM, al 87 esimo posto troviamo Monte dei Paschi di Siena e Carige è solo al 106 esimo posto.