Guardia di Finanza dal benzinaio: rischia lui ed anche tu

La Guardia di Finanza ormai è cliente abituale dal benzinaio: troppe frodi stanno emergendo.

Con i terribili rincari di diesel e benzina in un primo tempo l’atteggiamento generale è stato quello di attribuirli all’inflazione ed alla guerra in Ucraina.

Sicuramente questi due eventi hanno gonfiato molto i prezzi dei vari carburanti venduti in Italia, ma grandi speculazioni internazionali ed imbrogli alla pompa di benzina hanno fatto il resto.

Arriva la Guardia di Finanza

Controlli a tappeto in tutta Italia sono scattati da parte delle fiamme gialle. Controlli necessari per capire se i prezzi alti sono in linea con il mercato o vengono ulteriormente gonfiati da benzinai poco onesti, ed in tanti casi è emerso proprio questo.

Purtroppo tanti dei benzinai controllati dalle fiamme gialle avevano praticato frodi di qualche genere. Ecco cosa è emerso.  E’ importante conoscere questo genere di raggiri per evitarli visto che sono così diffusi.

Come ti fregano sulla benzina

La frode più banale è quella di esporre un prezzo all’esterno del benzinaio ma poi alla pompa erogare il carburante ad uno più alto. Un trucco banalissimo di cui è facile accorgersi. Ma le Fiamme Gialle hanno scoperto frodi ben più complesse e più gravi nei benzinai italiani. Infatti il benzinaio, mettendosi d’accordo con un tecnico compiacente può manomettere l’erogatore della benzina in modo tale che le cifre segnate sul display siano falsate.

Il display del benzinaio ti inganna

Sono stati trovati display che al posto di partire dagli zero litri partono già da una certa quantità erogata (ma solo sul display perchè nella realtà, no) oppure abbiamo display che non scattano ad ogni litro, bensì ad ogni tre quarti di litro. Insomma con un tecnico amico che manomette la pompa i modi di imbrogliare l’automobilista sono purtroppo tanti. Ecco perchè le multe anche molto pesanti, in questi giorni stanno fioccando nei confronti dei benzinai italiani. Ma coi controlli della finanza rischiano anche gli automobilisti.

La Finanza stanga anche gli automobilisti furbetti

La Finanza infatti controlla i benzinai, ma anche gli automobilisti, perchè le frodi sono a trecentosessanta gradi. Le Fiamme Gialle sono attualmente impegnate anche a capire cosa ci sia nei serbatoi degli italiani. Ed anche qui partono facilmente le multe. Infatti tanti automobilisti per risparmiare stanno mettendo oli alimentari nelle loro auto al posto del gasolio. E’ un grosso errore perchè si rovina l’auto e perchè fare questo è reato.