Amazon porta a casa la spesa del tuo supermercato, ecco il comunicato

Una novità sorprendente da Amazon che in un certo senso si allea con quella grande distribuzione dalla quale è giustamente percepito come un pericoloso competitor.

Vediamo come funziona questa promozione sicuramente innovativa. Per tutti i clienti Amazon Prime ci sarà la possibilità di ricevere direttamente a casa la spesa fatta al supermercato vicino casa.

Una cosa positiva di questa promozione e che durerà dal 30 marzo fino al 30 luglio quindi è da intendersi un po’ come un esperimento pilota. Probabilmente se l’esperimento avrà successo sarà esteso anche dal punto di vista temporale.

Una proposta vantaggiosa e comoda da Amazon

Un’altra cosa positiva di questa offerta e che non c’è un ordine minimo: di conseguenza anche se si vogliono acquistare pochi articoli Amazon provvederà ugualmente a consegnarli.

Per fruire di questo servizio c’è bisogno di essere abbonati ad Amazon Prime il servizio di Amazon che permette di ricevere gratis tantissimi prodotti del suo vasto catalogo. Il costo di questo servizio è pari a 2,90 euro. Ma come si è detto prima non c’è un ordine minimo di consegna. Il servizio attualmente è partito solo a Roma, ma probabilmente poi sarà esteso al resto d’Italia.

Un esperimento che può estendersi al resto d’Italia

Infatti assai probabilmente si tratta appunto di un esperimento volto a sondare l’effettiva utilità presso il pubblico di un servizio di questo genere. Il supermercato che ha stretto questa alleanza con Amazon e che dunque può veder consegnati i suoi prodotti direttamente nelle case degli italiani è Tuodì. Quindi per tutti i clienti romani di Amazon Prime arriva questa novità molto particolare e che sicuramente da tanti sarà gradita. La con consegna avviene in giornata ed il servizio è attivo praticamente tutta la settimana.

Come funzionano le consegne della spesa a casa

Mentre da lunedì al sabato il servizio è attivo dalle 10 alle 22, la domenica le consegne cambiano di poco perché il servizio sarà attivo dalle 10 alle 20. Che sia l’inizio di un’alleanza tra il colosso dell’e-commerce e le piccole e medie realtà locali che ultimamente stanno soffrendo per l’attuale crisi? Sicuramente molto dipenderà dall’esito di questo esperimento. Ma la situazione per i commercianti e la grande distribuzione in italia è davvero critica. Forse esperimenti di questo genere possono dare un minimo di ossigeno a questo comparto, ma tra i commercianti le proteste sono forti perchè tanti rischiano di chiudere a causa dei rincari.