Chiusura del tuo conto corrente e non puoi farci nulla. Quando può accadere

Può capitare di trovarsi chiuso il conto corrente: un guaio che sembra inspiegabile ma che è meglio evitare.

(Pixabay)

Meglio essere chiari da subito: la possibilità che la banca chiuda un conto corrente non è così comune, ci vogliono alcune circostanze che si devono verificare e no sono così facili da riscontare. Ma non è assurdo o impossibile. Ed è per questo che bisogna tenere a mente alcune vicende che possono portare alla chiusura da parte della banca del nostro conto corrente. Tecnicamente, si tratta di una “clausola di salvaguardia”, una forma di recesso unilaterale che è in facoltà dell’istituto bancario. Come si può immaginare, a controllare questo meccanismo è la banca e non l’utente che non può fare nulla di fronte a ciò. Infatti, viene avvisato quando ormai la procedura è ultimata.

Chiusura del conto: quando si verifica e perché

(Pixabay)

La chiusura del conto provoca un precedente grave per chi lo subisce. Questo vuol dire che il titolare del conto che vorrà in futuro aprirne un altro, anche da un’altra parte, avrà macchiato il curriculum bancario rischiando così di compromettere il suo rapporto con il nuovo istituto di credito. Un bel guaio. E’ chiaro che i motivi che spingono la banca ad effettuare la chiusura sono gravi e tassativi. Quello più ricorrente è l’evasione fiscale. Ma anche quando ci sono altri reati di natura finanziaria o quando la persona è sottoposta ad indagini che mettono a repentaglio la reputazione del cliente. A riguardo esiste un database denominato “World-Check” che ha il compito di raccogliere notizie di questo tipo sulla reputazione di un cliente e che quindi può diventare lesivo dei suoi interessi e dei suoi soldi.

Cattiva reputazione online: cosa fare

(Pixabay)

Una delle abitudini che le nuove generazioni dovranno prendere è quella di andare a cercare, di tanto in tanto, il proprio nome su Google e verificare che la propria reputazione online sia in perfetta forma. Se così non dovesse essere, c’è il rischio di finire appunto nella black list del World-Check. Che, come abbiamo visto, può provocare guai economici irreparabili. Se l’esito di questi controlli dovesse portare a risultati spiacevoli, allora sarà il caso di contattare un istituto che si occupa di ripulire la propria reputazione online.