Libretto di circolazione: ritirato in caso di ritardo nel pagamento del bollo

Il pagamento del bollo dell’auto è sempre un capitolo molto fastidioso e doloroso per gli italiani.

Infatti molti italiani contestano questa tassa che risulta sempre essere una delle più odiate e detestate. Ma cerchiamo di capire cosa cambia nel pagamento del bollo auto e a cosa stare più attenti adesso.

Il pagamento del bollo auto è un dovere per qualsiasi cittadino italiano. Infatti tutti i cittadini sono tenuti al pagamento del bollo e sono tenuti ad effettuare questo pagamento entro un termine del preciso.

Cosa cambia per il bollo

Questo termine è quello dell’ultimo giorno del mese successivo a quello dell’immatricolazione. È molto importante non scordare questa data perché le sanzioni possono essere anche pesanti.

Alcuni cittadini in realtà proprio per non dimenticare la data del pagamento del bollo auto e per non incorrere nelle pesanti sanzioni che come vedremo riguardano anche il libretto di circolazione usano pagare il bollo proprio con domiciliazione sul conto corrente bancario. Facendo così sono sicuri di non dimenticare questa data. Inoltre proprio pagando con domiciliazione sul conto corrente bancario c’è anche l’ulteriore vantaggio di poter avere uno sconto. Questo sconto non vale in tutta Italia ma alcune regioni effettivamente hanno disposto uno sconto del 15 o del 10% per tutti coloro i quali pagheranno il bollo con domiciliazione sul conto corrente.

Targhe e libretto ritirate

Ma come abbiamo visto pagare il bollo è un preciso dovere e sicuramente diventa importante non dimenticare questa scadenza. Infatti se per un ritardo piuttosto circoscritto la multa è limitata più si va avanti nel tempo e più la multa cresce. Infatti la sanzione per il ritardo nel pagamento del bollo dell’auto è proporzionale proprio al tempo: più tempo si lascia passare senza il pagamento del bollo e più la multa cresce di intensità. Insomma ogni singolo giorno pesa sempre di più. Ma c’è una soglia temporale che non bisogna assolutamente superare. Infatti superata questa soglia ci sarà addirittura il ritiro delle targhe e della carta di circolazione e l’automobile a quel punto non potrà più circolare.

Soglia ed esenzione totale

Questa sanzione scatta dopo passati 3 anni di mancato pagamento del bollo auto ed è ovviamente una sanzione particolarmente pesante. Eppure non dobbiamo dimenticare che esistono auto che sono assolutamente esonerate dal bollo. Queste auto sono le auto elettriche le auto d’epoca e anche le auto adibite al trasporto di persone diversamente abili.