Conti correnti: pioggia di chiusure senza preavviso, comunicato che spaventa

Una situazione veramente incresciosa e preoccupante quella che ha coinvolto alcuni correntisti italiani.

Le segnalazioni fioccano su internet e la rabbia degli utenti è veramente tanta.

Sia su Facebook che sugli altri social network rabbia e frustrazione per una chiusura improvvisa di un conto corrente senza motivo e senza spiegazioni si percepiscono fortemente dai comunicati degli utenti. Cerchiamo di capire che cosa sta succedendo.

La rabbia dei correntisti increduli

Alcuni correntisti italiani hanno segnalato su internet che i propri conti correnti sono stati chiusi senza preavviso e senza una valida ragione secondo loro da una banca in particolare. Una situazione inquietante chiaramente quella che stanno vivendo questi correntisti.

Le lamentele sono giustamente molto accorate. Non possono accedere ai loro risparmi, non possono fare bonifici e versamenti e non possono fare praticamente nulla coi loro conti completamente bloccati. Una situazione durissima che su internet sta suscitando un vero vespaio. La banca in questione in realtà era già stata attenzionata dalla Banca d’Italia. Vediamo di ricostruire i fatti. A marzo la banca d’Italia aveva comunicato a banca n26 una popolare banca on-line di aver riscontrato delle criticità riguardo il rispetto della normativa antiriciclaggio.

Già si era mossa la Banca d’Italia

Sostanzialmente banca n26 era risultata carente per quanto riguarda il rispetto della normativa vigente in Italia per il contrasto al riciclaggio del denaro sporco. Proprio per questo sempre a marzo a banca n26 veniva vietato di acquisire nuovi clienti. Ma oggi arriva questa notizia clamorosa e inaspettata della chiusura dei conti. Per gli utenti è una batosta tremenda anche perché dalle spiegazioni della banca non si riesce a capire in modo chiaro quali siano le motivazioni alla base di queste chiusure dei conti.

Rabbia e frustrazione dei correntisti

Banca n26 si difende dicendo che è stata costretta dal rispetto delle normative vigenti ma i correntisti sono molto frastornati e confusi. Su internet chiaramente la preoccupazione è tanta e molti si chiedono se qualcosa del genere possa capitare anche ad altre banche. Non risulta in alcun modo allo stato attuale che altri istituti possano prendere una decisione di questo genere. Ad ogni modo ovviamente l’auspicio resta quello che questa situazione così penosa per i clienti di banca n26 possa risolversi al più presto. Questo genere di banche completamente online stanno prendendo sempre più piede, ma una notizia del genere sicuramente creerà qualche perplessità in più attorno a queste realtà.