Prelievo Bancomat, discount e abbigliamento: il nuovo Fisco di Draghi ti controlla qui

Il Governo vuole far emergere tutta l’evasione fiscale possibile e per questo l’Agenzia delle Entrate è sul piede di guerra.

I controlli fiscali agli italiani sono cambiati in modo radicale ed è utile capire che proprio l’approccio dell’Agenzia delle Entrate è differente.

ANSA/stringer/ANSA

Ma soprattutto è la tecnologia a cambiare e di molto gli accertamenti e i controlli del fisco. Sono vari gli strumenti che il fisco ha a disposizione per radiografare le scelte dei cittadini e capire dove si annida l’evasione fiscale ma anche riciclaggio di danaro sporco.

Nuovi strumenti di indagine

Nuovi strumenti tecnologici significano nuove modalità di indagini e nuove cautele che il cittadino deve avere per evitare controlli inutili. Sicuramente uno strumento fondamentale per il fisco è la cosiddetta super anagrafe dei conti correnti.

Pixabay

La super anagrafe dei conti correnti è uno strumento realmente innovativo. Infatti la super anagrafe permette di monitorare da vicino ogni spostamento che il cittadino fa sul suo conto corrente. Questo significa che anche i prelievi bancomat vengono esaminati con grande cura punto l’Agenzia delle Entrate può monitorare ogni singolo movimento Bancomat grazie all’intelligenza artificiale che riesce a progettare da realizzare una montagna di dati. In questo modo sarà possibile per il fisco capire tutto ciò che non va nelle scelte dei risparmiatori e far emergere qualsiasi comportamento anomalo.

Anche gli onesti rischiano i controlli

Ma anche nelle spese di tutti i giorni ci possono essere dei comportamenti che fanno capire al Fisco che in realtà il tenore di vita di una famiglia è superiore a quello che emerge dalla sua dichiarazione dei redditi. Facciamo degli esempi pratici. Una famiglia che dovesse prelevare troppo o troppo poco dal Bancomat relativamente a quello che sono i suoi introiti farebbe sicuramente insospettire il fisco. Magari prelevare troppo poco per un certo periodo potrebbe anche essere sintomatico della voglia di risparmiare e di questi tempi non c’è nulla di strano. Ma se una famiglia preleva sistematicamente troppo poco al bancomat relativamente i suoi introiti questo potrebbe essere un segnale di allarme. Al contrario anche spese esagerate rispetto a quanto dichiarato sicuramente saranno sottolineate dall’intelligenza artificiale del fisco che sottoporrà il nominativo relativo al operatore umano che poi potrà far partire i controlli.

Comportamenti da non tenere

Insomma, il comportamento al bancomat ma anche quello al supermercato sono degli elementi cruciali per quello che riguarda i controlli dell’Agenzia delle Entrate perché è proprio qui che è possibile andare a scoprire tutte le cose che non quadrano relativamente ad un contribuente. Ma c’è anche un’altra cosa da sottolineare: anche l’automobile viene fortemente attenzionata. Un italiano che acquisti un’auto decisamente sproporzionata rispetto ai suoi introiti, al fisco potrebbe apparire non semplicemente uno spendaccione ma qualcuno che ha entrate occulte che sta nascondendo all’erario. Insomma la tecnologia del fisco cambia e anche i comportamenti degli italiani devono cambiare di conseguenza.