RdC: il carabiniere ti chiede la card gialla, arrivano i nuovi controlli a tappeto

Il reddito di cittadinanza è una misura molto controversa.

Non si contano le discussioni nate attorno a questo provvedimento. Oggettivamente è l’unico strumento esistente in Italia di contrasto alla povertà e con la spaventosa crisi in arrivo è fondamentale.

ANSA/Ufficio stampa

Ma su questo strumento non mancano polemiche. Le polemiche sono sostanzialmente di due tipi.

Controlli a tappeto

La prima è quella di chi sostiene che sia uno strumento troppo blando e questo è oggettivamente vero perché come riporta la Caritas attualmente solo il 44% dei veri poveri riesce a percepirlo.

Pixabay

Gli altri a causa di piccole proprietà immobiliari passive, fatiscenti e invendibili rimangono esclusi. Inoltre c’è anche una polemica di segno opposto ed è la polemica alimentata da tutti quelli che sono contrari al reddito di cittadinanza e vorrebbero che i beneficiari del reddito grillino smettessero di percepirlo. A sostegno della loro tesi i nemici del reddito di cittadinanza portano i casi eclatanti che emergono sulla stampa di persone che beneficiano del reddito pur non avendone assolutamente diritto.

Chi rischia

Sono emerse spesso infatti situazioni di persone in ottima salute economica che tuttavia riuscivano a percepire il reddito di cittadinanza. Se è comprensibile lo sdegno contro queste persone è meno comprensibile l’ostilità nei confronti di uno strumento che piaccia o non piaccia al momento non ha possibili rimpiazzi. Ma proprio per evitare che soggetti in malafede lo percepiscano ingiustamente stanno partendo dei controlli a tappeto verso tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza. Sono sostanzialmente l’Agenzia delle Entrate le forze dell’ordine che vogliono verificare se la situazione rappresentata nell’ISEE corrisponda al vero. Infatti proprio nell’ISEE la famiglia che chiede il reddito grillino rappresenta la sua situazione familiare ed economica. Scopo dei nuovi controlli è proprio quello di verificare se ad esempio non sia stato artatamente messo fuori dal nucleo familiare proprio il soggetto che percepisce un reddito o una pensione. Sono tanti i trucchi utilizzati per bluffare su reddito di cittadinanza e sta alle forze dell’ordine verificare caso per caso.

Cosa viene controllato

I nuovi controlli si annunciano particolarmente puntuali e severi anche perché il Governo non ha dimostrato grande simpatia per questo strumento che in effetti ultimamente ha subito anche pesanti tagli. Purtroppo questi tagli sono arrivati proprio nel momento in cui l’inflazione diventava più dura e di conseguenza la vita per i beneficiari del reddito di cittadinanza è diventata estremamente più complessa. Se questi controlli sono sicuramente doverosi sarebbe altrettanto importante sottolineare come la povertà in Italia si stia allargando giorno per giorno e non trovi alcuna risposta reale nelle politiche delle istituzioni.