Bonus € 200: dopo le polemiche esteso a (quasi) tutti. Come chiederlo

Si parla tantissimo di questo bonus da €200 che dovrebbe essere erogato a decine di milioni di Italiani.

Il Governo Draghi lo ha deciso nell’ambito del nuovo Decreto Aiuti ed è importante capire come funzionerà e come chiederlo.

ANSA/ETTORE FERRARI/POOL

Sarà nel mese di luglio che tutti i lavoratori e i pensionati percepiranno questo bonus di €200.

Quasi tutti inclusi adesso

Ma le modalità di erogazione chiaramente saranno diverse. Per quanto riguarda i lavoratori a quanto pare se lo ritroveranno direttamente in busta paga e i pensionati se lo ritroveranno nella pensione erogato dall’INPS.

Pixabay

Ma sussistono alcuni dubbi che è meglio chiarire onde evitare problemi e soprattutto evitare di perderlo. Questo bonus da €200 è una misura una tantum ed è stata pensata per contrastare l’impatto dell’inflazione. Il governo ha fissato un limite di reddito a €35000. Dunque tutti coloro i quali hanno un reddito sopra €35000 non potranno percepirlo. Il bonus è stato pensato per i pensionati, i dipendenti ma anche gli autonomi, ovviamente entro la soglia vista prima.

Le ultime novità sono positive

Ma anche chi ha giugno 2022 ha percepito disoccupazione e Naspi percepirà il bonus. Non saranno esclusi dal bonus di €200 anche i lavoratori stagionali, i collaboratori domestici e i percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza. Per tutti quanti l’assegno arriverà nel mese di luglio. Ma la polemica riguarda tutti quegli inoccupati che non percepiscono redditi di alcun tipo e che paradossalmente saranno esclusi da questo aiuto. Questo aspetto sta facendo discutere perché sono tantissimi in Italia coloro i quali non hanno redditi di alcun tipo e appare poco comprensibile come questo bonus venga negato proprio a loro.

Partite IVA ed inoccupati

Ad ogni modo per quanto riguarda le partite IVA la modalità di erogazione non è stata ancora chiarita. Si parla di un fondo ad hoc che sarà creato per poter far beneficiare le partite IVA del bonus da €200 ma ancora su questo non c’è molta chiarezza. Dunque i dubbi maggiori permangono proprio sugli autonomi e su tutti coloro i quali non percepiscono nessuna entrata. Il problema è che molti ritengono che chi non percepisce nessuna entrata evidentemente beneficia del Reddito di Cittadinanza, ma invece non è così. Tantissimi poveri infatti sono esclusi dal reddito grillino ed ora vengono praticamente esclusi anche da questo aiuto dello Stato. Si spera in una correzione in tal senso di questo strumento che è ancora in via di definizione.