INPS: servizi per i pensionati completamente nuovi e modulistica precompilata

L’INPS cerca di venire incontro ai pensionati italiani con una vera e propria rivoluzione di tutti i suoi servizi erogati all’utenza.

INPS come sappiamo è l’istituto di riferimento per tutti i pensionati italiani che spesso devono rivolgersi a questa istituzione per tutta una serie di incombenze.

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Diventa particolare mentre importante dunque questa vera e propria rivoluzione dell’interfaccia tra INPS e pensionati e questa notevole semplificazione della modulistica.

Moduli precompilati ed interfaccia più semplice

Il fatto è che i pensionati molto spesso non hanno una grande dimestichezza con gli strumenti digitali e di conseguenza le varie opportunità messe loro a disposizione per interfacciarsi con l’istituto risultano inutili e senza senso.

Pixabay

Ecco perché INPS ha avviato un processo di semplificazione della sua piattaforma on-line che concretamente significa una semplificazione anche della modulistica. Dunque diventa tutto più semplice per i pensionati ma andiamo a vedere in concreto che cosa cambia. Un aiuto decisamente concreto lo si ha per quello che riguarda le pensioni di reversibilità. La pensione di reversibilità è un diritto per i cittadini però arriva anche in un momento terribile della vita nella quale ci si ritrova da soli.

Semplificazione per l’utenza

A chiunque sia in diritto di avere la pensione di reversibilità l’INPS invierà un messaggio  grazie al quale si potrà accedere alla propria area di myINPS e trovare la domanda per la pensione di reversibilità già precompilata. Quindi un grande vantaggio per chi si dovesse trovare in questa delicata situazione e non dovrà compilare l’apposita domanda ma se la ritroverà on-line già pronta. Inoltre il consulente digitale delle pensioni è un’altra tra rivoluzione dell’INPS perché si tratta di un vero e proprio assistente digitale che metterà in condizione il pensionato di scoprire se ci sono delle agevolazioni alle quali può avere diritto ma delle quali concretamente non fruisce.

Tutti ne possono beneficiare

Dunque l’interfaccia cambia per essere concretamente più utile al cittadino ma soprattutto per evitargli perdite di tempo e complicazioni inutili che, specie quando si tratta della terza età o di momenti delicati della vita dell’individuo, possono essere particolarmente pesanti e seccanti. Quando si tratta di interfacce pensate per persone di una certa età la fruibilità è davvero determinante e dunque questa rivoluzione digitale dell’INPS si spera che possa realmente rendere la vita più semplice ai pensionati italiani sul fronte burocratico.